Aziende

Bper Banca

La Banca Popolare dell'Emilia Romagna è un gruppo bancario quotato nell'indice FTSE MIB della Borsa di Milano e presente a livello continentale con una rete di oltre 1.100 sportelli in 13 diversi paesi.

La banca nasce nel 1867 con il nome di Banca Popolare di Modena Scarl. Dopo la fusione con la Banca Cooperativa di Bologna (avvenuta nel 1983) il nome viene modificato in Banca Popolare dell'Emilia, sostituito poi con la ragione sociale attuale dopo la fusione con la Banca Popolare di Cesena del 1992.

Nel 1994, con l'acquisizione della maggioranza di Banca Popolare di Ravenna, è partito il progetto di costituzione di un gruppo bancario federale, che riunisca numerose banche locali, delle quali sono però preservate autonomia e radicamento territoriale.

Fra il 1994 e il 2000 sono acquisiti numerosi istituti di credito, tra i quali la Banca Popolare di Crotone, il Credito Commerciale Tirreno, la Banca Popolare di Salerno e la Banca Popolare dell’Irpinia.

Il gruppo Banca Popolare dell’Emilia Romagna ha al suo interno banche territoriali (Banca Crv Cassa di Risparmio di Vignola, Banca della Campania, Banca di Sassari, Banca Popolare del Mezzogiorno, Banca Popolare di Aprilia, Banca Popolare di Lanciano e Sulmona, Banca Popolare di Ravenna, Banco di Sardegna, Carispaq Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila e Banca Popolare dell’Emilia Romagna), Società di Prodotto specializzate, che operano nelle attività di leasing e factoring (come Arca Impresa gestioni Spa, Meliorbanca Spa e Sardaleasing Spa), una Società Finanziaria, la Em.Ro. Popolare Spa, e Società Strumentali, come Bper Services e Nettuno Gestione Crediti Spa.

All'estero il gruppo Banca Popolare dell’Emilia Romagna ha il controllo di Volksbank, istituto presente in Repubblica Ceca, Ungheria, Romania, Serbia, Slovenia, Croazia, della Emro Finance Ireland in Irlanda, della Bper International Advisory Company in Lussemburgo, della Sofipo in Svizzera e della Sintesi 2000, a Shanghai e Hong Kong.

Nel 2013 ha acquisito il controllo della Cassa di Risparmio di Bra e Serfina Banca.

Il 16 aprile del 2015 Banca popolare dell'Emilia Romagna cambia il marchio storico (quadrato inclinato e denominazione per esteso) nel nuovo "BPER: Banca".

Si propone con il nuovo marchio come istituto di credito che supera le aspettative dei clienti, grazie a una maggiore apertura verso il dialogo e l'ascolto (come indicano i due punti distintivi della comunicazione nel logo 'BPER: Banca').

La nuova denominazione "BPER Banca spa", viene registrata il 28 novembre del 2016 presso il registro delle imprese di Modena, il giorno successivo Ettore Caselli si dimette dalla carica di presidente del consiglio di amministrazione.

Ultimo aggiornamento 09 gennaio 2017

Ultime notizie su Bper Banca
    • News24

    Banche deboli in Borsa, gli Npl tornano sotto i riflettori

    Banche con il segno meno a Piazza Affari, con le ex popolari che sono le più penalizzate mentre si torna a ragionare sui livelli degli Npl. Sul listino milanese segnano il passo Banco Bpm, Bper Banca e Ubi Banca mentre sono passate in territorio leggermente positivoIntesa Sanpaolo e Unicredit. Ieri

    – di Chiara Di Cristofaro

    • News24

    Fca e Stm al top a Piazza Affari, in coda Saipem e Leonardo

    E' di Fca la miglior performance del 2017 fra le big di Piazza Affari. In base ai dati diffusi da Borsa Italiana, il titolo della casa automobilistica ha guadagnato il 73,5% negli ultimi 12 mesi risultando il miglior titolo del Ftse Mib, seguita da Stmicroelectronics (+70,1% dopo il +71% del 2016),

    • News24

    Ubi Banca debole con il settore, Bce alza requisito Srep su Cet1 per 2018

    Dopo un apertura in territorio positivo, perde terreno Ubi Banca in linea con le banche, nell'ultima seduta dell'anno. In coda al listino Bper Banca (-1,4%), Ubi Banca cede lo 0,75%, il Banco Bpm lo 0,53%. La Bce ha alzato all'8,625% il requisito minimo di Common equity tier 1 che Ubi Banca dovrà

    – di Chiara Di Cristofaro

    • News24

    Un anno da record per Sifà, che per il 2018 punta al car sharing elettrico

    Un anno da ricordare quello che sta per finire per Sifà, l'azienda di noleggio a lungo termine con capitale interamente italiano. Infatti la società ha superato il break even e l'anno in corso si concluderà con oltre 4 mila nuove commesse, che gli consentono di registrare un +93,7% di

    – di Danilo Loda

    • News24

    Borse fiacche con Milano zavorrata da utility. Corrono Bper e Banco Bpm

    Seduta fiacca per le Borse europee complice anche l'apertura debole di Wall Street, che prende fiato dopo il triplice record di ieri. In attesa del via libera definitivo alla riforma fiscale di Trump, Milano chiude in ribasso dello 0,52% depresso da tutto il comparto delle utility (che cede l'1% a

    – di Cheo Condina

    • News24

    Il crollo dei tecnologici frena il rally dei listini, Milano chiude a +0,15%

    I nuovi record di Wall Street, spinta anche dalla revisione al rialzo del pil Usa del terzo trimestre Usa (+3,3%), non scaldano i listini europei. Anzi, nell'ultima mezzora di contrattazioni le Borse annullano tutti i guadagni di giornata e chiudono attorno alla parità, depresse dal settore

    – di Cheo Condina

    • News24

    La Borsa crede alla svolta sugli Npl

    Il tema dei crediti deteriorati bancari continua a rimanere al centro del confronto europeo. E non smette di alimentare le attenzioni del mercato, che confida nell'implementazione di misure che possano agevolare la vendita degli Npl.

    – Luca Davi

    • News24

    Mediaset protagonista a Piazza Affari, euro ritorna sopra quota 1,19 dollari

    Chiusura in lieve rialzo per le principali piazze europee (con la sola eccezione di Londra) al termine di una giornata, che sulla scia del buon avvio di Wall Street che registrato nuovi record nella giornata dell'avvio ufficiale della stagione dello shopping natalizio, con le grandi promozioni del

    – di E. Micheli e C.Poggi

1-10 di 55 risultati