Aziende

Bollorè

Fondato nel 1822 e compreso nell’elenco delle cinquecento società più importanti al mondo, il gruppo industriale Bollorè è quotato alla borsa di Parigi e ricopre numerose aree di business in tutto il mondo grazie alla sua politica di ampia differenziazione degli investimenti. Tra i principali settori di interesse del Gruppo Bollorè ci sono: trasporti e logistica, con servizi di movimentazione delle merci via terra, cielo e mare; plastica e carta, con produzione di materie derivate da polipropilene per l’imballaggio e di cartonati speciali per il confezionamento delle sigarette; energia, con il controllo di società che si occupano della distribuzione di petrolio e carbone; agricoltura, con piantagioni di gomma e palme da olio in diversi Paesi africani ed asiatici; media e pubblicità, con il possesso di circa il 28% delle azioni di Havas (quarto gruppo mondiale nel campo dell’editoria); telecomunicazione, con interessi in differenti operatori francesi del settore. In totale sono stimati in 33.000 i collaboratori che sono impiegati da Bollorè nelle sue diverse ramificazioni in giro per il mondo. Attualmente la società è controllata tramite una serie di holding finanziarie dalla famiglia Bollorè ed il presidente è Vincent Bollorè.

Ultimo aggiornamento 09 gennaio 2017

Ultime notizie su Bollorè
    • News24

    Stop alla direzione di Vivendi su Telecom. Conti in calo nel trimestre

    Vivendi rinuncia all'attività di direzione e coordinamento su Telecom Italia, che aveva avviato a fine luglio. Prima conseguenza è la rottura del rapporto con Michel Sibony, direttore acquisti "in distacco" dal gruppo transalpino. L'ad Amos Genish ha provato a difenderne il ruolo, innescando la

    – di Antonella Olivieri

    • News24

    Mediobanca positiva dopo i conti trimestrali migliori delle attese

    La trimestrale migliore delle attese sostiene il titolo Mediobanca a Piazza Affari. Le quotazioni di Piazzetta Cuccia, pur in frenata rispetto ai massimi dell'avvio, si mantengono infatti in territorio positivo. L'istituto ha chiuso il terzo trimestre dell'esercizio 2017-2018 con un utile netto di

    – di Paolo Paronetto

    • News24

    In Francia nel mondo del business è l'ora della "generazione Macron"

    Nel mondo del grande business in Francia è scoccata l'ora dei quarantenni. Tanto che c'è già chi parla della presa del potere da parte di una «generazione Macron», destinata a sostituire la generazione Sarkozy, con una nuova classe dirigente più allineata al 40enne presidente della Repubblica che

    – di Alessandro Graziani

    • Agora

    Assemblea Telecom, i grandi fondi decisivi: Blackrock con Elliott, Norges con Vivendi

    Per il board di Telecom vince la lista di maggioranza di Elliott: una vittoria storica propiziata, oltre che dal voto favorevole della Cdp, anche dal consensodei grandi fondi esteri, di quelli italiani e dei piccoli soci. La fotografia dell'assemblea è ancora ferma sul grafico che ha mostrato la vittoria del fondo di Paul Singer su Vivendi: il 49,84% dei voti contro il 47,18% a favore del gruppo transalpino. Ma chi ha votato a favore di Elliott, chi ha preferito la lista di Vivendi e chi, al ...

    – Carlo Festa

    • News24

    Il ruolo della Cdp e la mediazione dagli interessi

    Adesso i ruoli si ribaltano. Il fondo attivista americano Elliott conquista la maggioranza del consiglio Tim e depone le armi, Vincent Bolloré a capo della filiera Vivendi finisce in minoranza e promette battaglia. «Se perdiamo faremo noi gli attivisti», commentava un portavoce di Vivendi alla

    – di Antonella Olivieri

    • News24

    Telecom, come hanno votato i fondi, da Blackrock a Norges

    Per il board di Telecom vince la lista di maggioranza di Elliott: una vittoria storica propiziata, oltre che dal voto favorevole della Cdp, anche dal consensodei grandi fondi esteri, di quelli italiani e dei piccoli soci. La fotografia dell'assemblea è ancora ferma sul grafico che ha mostrato la

    – di Carlo Festa

    • News24

    Il bivio di Cassa depositi e prestiti tra Elliott e Bolloré

    Che posizione prenderà all'assemblea Tim di oggi la Cassa depositi e prestiti? Il suo acquisto di un 5% circa di Tim è stato un fatto unico nella storia di un Paese che pure, quanto a interventi dello Stato nell'economia, non se ne è fatta mancare nessuna. Però non era mai accaduto che intervenisse

    – di Franco Debenedetti

    • News24

    Poste stringe con Generali sul ramo danni. Possibile ingresso nel capitale

    Poste Italiane stringe sulla chiusura delle nuove partnership in campo assicurativo e bancario. Alleanze sulle quali è puntata anche l'attenzione del mercato perché intravede in queste operazioni possibili implicazioni legate al riassetto nella governance del capitalismo nazionale. Gli investitori

    – di Laura Serafini

    • News24

    Gli affari di Bolloré in Camerun e Gabon tra porti, treni e tabacco

    Le mani di Bollorè sull'Africa Occidentale e Centrale: Togo, Guinea ma anche la Costa d'Avorio, fino al Camerun e al Gabon. Negli ultimi venti anni l'uomo d'affari francese ha costruito una posizione quasi monopolistica in molti Paesi dell'area, una vera «cash machine» capace di generare tra 700 e

    – di Carlo Festa

    • Agora

    Gli affari in Costa d'Avorio di Vincent Bollorè

    Una rete di potere costruita in circa venti anni in Africa con il beneplacito di ambienti governativi: fatta di concessioni vinte in alcuni casi senza un processo d'asta tra consorzi. L'inchiesta su "corruzione di agenti pubblici esteri " su Vincent Bolloré e sul suo gruppo rischia di scoperchiare un pentolone che fino ad oggi era ben sigillato. La rete di concessioni africane di Bolloré attraversa Paesi come il Togo, la Guinea ma anche la Costa d'Avorio, che per ora non è ancora entrato nell'...

    – Carlo Festa

1-10 di 409 risultati