Ultime notizie:

Bin Laden

    • News24

    E la jihad adesso fa tremare l'Egitto

    Non ci si poteva illudere che la caduta di Raqqa e la sconfitta dell'Isis potessero rappresentare la fine del terrorismo e del jihadismo nel mondo arabo-musulmano neppure in Occidente. Il massacro alla moschea sufi del Sinai è l'ennesimo promemoria insanguinato.

    – di Alberto Negri

    • News24

    La strada che parte da Detroit, passa da Roma e può portare all'Oscar

    C'è un film che può ripetere un doppio successo. Quello personale della sua autrice Kathryn Bigelow, che è già stata premiata dall'Academy nel 2010 per The Hurt locker, e quello scaramantico di Moonlight, che passato alla scorsa edizione della Festa del cinema di Roma, ha poi conquistato l'agognata

    – di Eugenio Bruno

    • News24

    Isis, dopo quasi un anno rispunta con un audio il califfo al Baghdadi

    Quando ormai lo si dava per morto, ecco il ritorno del Califfo Al Baghdadi dopo quasi un anno di silenzio. Sfogliando gli scaffali della libreria anche i più aggiornati volumi sull'Isis sembrano ingialliti: il Califfato sul terreno in un anno ha perso molto più della metà del suo territorio, alcune

    – di Alberto Negri

    • News24

    Sud Corea, una squadra speciale per uccidere Kim Jong-un

    Non è certo la prima volta che la Sud Corea minaccia di uccidere il leader della Nord Corea, Kim Jong-un, dittatore con l'atomica che minaccia Seul e il mondo. Saltuariamente un ministro o un deputato sudcoreano ne parla anche in Parlamento ad uso e consumo della contropropaganda del Sud costretto

    – di Redazione Online

    • News24

    Al Qaida sopravvive alla guerra al terrorismo

    La guerra al terrorismo è efficace? Sedici anni dopo l'11 settembre Al Qaida, che mise il marchio sugli attentati alle Torri Gemelle di New York e al Pentagono, controlla il maggiore santuario del jihadismo da quando perse la sua base in Afghanistan, allora sotto la protezione dei talebani del

    – di Alberto Negri

    • News24

    Irma, le Torri Gemelle e il dopo 11 settembre

    NEW YORK - Fra poco, subito dopo aver battuto e scosso un intero stato, la Florida, Irma sara' degradato a tempesta tropicale. L'uragano che ha seminato morte e distruzione lungo tutti i Caraibi in un viaggio di migliaia di chilometri andra' a morire in Georgia. Sara' indebolito, molta pioggia e

    – di Mario Platero

    • News24

    La guerra al terrorismo riparte là dove era iniziata

    Anche Trump, come da 16 anni tutti i suoi predecessori, conoscerà la polvere dell'Afghanistan. La sabbia alzata a mulinelli dal vento penetra in bocca e nelle narici, offusca la vista e avvolge l'orizzonte in un'atmosfera sospesa, cinerea e giallastra, allo stesso tempo abbagliante e dalle lunghe

    – di Alberto Negri

    • News24

    Perché il jihadismo sopravvive alle sconfitte

    L'Isis può perdere la partita in Iraq e in Siria, ma la sua ideologia resiste. Sarebbe una pericolosa illusione pensare che una sconfitta militare del Califfato possa costituire la fine del jihadismo, ideologia che si è diffusa negli ultimi decenni dall'Afghanistan all'Iraq, dal Medio Oriente

    – di Alberto Negri

    • NovaCento

    "Dare i numeri": la retorica del dato sempre in agguato

    Se tortureremo a sufficienza i dati, confesseranno tutto (Ronald Coase, premio Nobel per l'economia nel 1991) Acqua, acqua dovunque e neppure una goccia da bere! (Samuel Taylor Coleridge, La ballata del vecchio marinaio) Quanta Conoscenza abbiamo perso nell'Informazione? Quanta Saggezza abbiamo perso nella Conoscenza? (Thomas Stearns Eliot, Cori da "La Rocca") La percezione è una fantasia che coincide con la realtà (Chris Firth, Making Up the Mind: How the Brain Creates Our Mental World) E' più d...

    – Andrea Granelli

    • NovaCento

    Quando la propaganda sfugge di mano

    Quale nazione investe da sempre più di qualsiasi altra in armamenti? Gli Stati Uniti. Non tutti sanno però che si tratta anche della nazione che spende di più in propaganda. Per quale fine? Per orientare l'opinione pubblica mondiale e ottenere preventivamente più consenso possibile verso ogni azione geopolitica, tesa perlopiù a stabilire il controllo delle principali fonti di approvvigionamento energetico e, in prospettiva, il dominio geopolitico. Non è una novità, è da tutto il dopoguerra che l...

    – Bruno Ballardini

1-10 di 813 risultati