Aziende

Biesse

Biesse Wood Division Spa sviluppa e produce macchine per l’industria del mobile e dei serramenti e offre soluzioni per la lavorazione industriale del legno e dei suoi derivati. In particolare, l’azienda progetta software applicativi per la programmazione delle macchine a controllo numerico e per la soluzione delle problematiche relative alla lavorazione del legno. Con sede principale a Pesaro, ha 8 filiali in Europa, Asia, America e Oceania che impiegano 3500 dipendenti. I marchi con i quali Biesse Wood Division opera sono: Biesse, BiesseEdge, BiesseSand, Comil, Rbo, Selco, BiesseArtech e BreMa.

Il gruppo Biesse è nato nel 1969 e dal 1978 si è dedicato alla progettazione, realizzazione e distribuzione della prima foratrice per il legno, a controllo numerico. Nel 1983 ha ideato il primo centro di lavoro a controllo numerico per la lavorazione del legno. Nel 1987 Biesse Wood Division Spa ha fondato Intermac e nel 1991 Hsd, avviando il processo d’internazionalizzazione. Nel 1994 è nato Biesse Engineering, nel 1999 è stato creato il Gruppo Biesse, composto da tre divisioni: legno, vetro e pietra, meccatronica. Nel 2001 Biesse Wood Division Spa è stato ammesso alle quotazione alla Borsa Valori Italiana. Nel 2006 ha acquisito BreMa e nel 2007 Agm Inc. Nello stesso anno è nata la filiale Intermac America.

La società è quotata nel segmento Star della Borsa italiana.

Ultimo aggiornamento 13 gennaio 2017

Ultime notizie su Biesse
    • News24

    Lo scatto del legno "hi-tech"

    Ordini in crescita a doppia cifra, fatturati record, nuove assunzioni, investimenti. Difficile, tornando al passato, trovare per il comparto dei macchinari per la lavorazione del legno un momento altrettanto favorevole. Alla "storica" forza dell'export si è infatti aggiunta per il comparto una

    – di Luca Orlando

    • News24

    Le mini-multinazionali corrono in Borsa

    Oltre ottantatré miliardi di capitalizzazione. E' il "guadagno", a Piazza Affari, delle mid cap dal luglio 2012. Cioè dal momento di maggiore crisi del listino italiano. Si tratta di una rimonta che, dall'angolo visuale della performance del paniere di riferimento, assume un valore segnaletico

    – di Vittorio Carlini

    • News24

    Le mini-multinazionali corrono in Borsa

    Oltre ottantatré miliardi di capitalizzazione. E' il "guadagno", a Piazza Affari, delle mid cap dal luglio 2012. Cioè dal momento di maggiore crisi del listino italiano. Si tratta di una rimonta che, dall'angolo visuale della performance del paniere di riferimento, assume un valore segnaletico

    – Vittorio Carlini

    • News24

    Il guasto si scopre in real-time

    Un primo "click" sul maxi-schermo frontale. Un colpo di mouse sulla mappa geografica più in alto. In sala operativa lo chiamano "regista", perché in effetti è lui ad organizzare il lavoro: pochi click per accoppiare il problema alla soluzione, inviando presso il cliente il tecnico più vicino e

    – di Luca Orlando

    • News24

    Le macchine per vetro ritrovano l'Italia

    «Un mercato così? Direi che dobbiamo tornare indietro parecchio. Almeno dieci anni». Abituato a vivere soprattutto di export, Franco Angelotti, direttore commerciale di Intermac, guarda con soddisfazione all'andamento della domanda interna, che anche nelle macchine per vetro segue il trend degli

    – di Luca Orlando

    • News24

    Domande & risposte

    Quali le indicazioni dell'analisi tecnica sul titolo di Biesse?

    • News24

    La fabbrica hi-tech al Sole 24 Ore

    Meccatronica e internet delle cose. Ma anche smart building, logistica hi-tech e robotica collaborativa. Con una raffica di esempi e casi concreti di nuove applicazioni tecnologiche si conclude oggi presso la sede del Sole 24 il Manufacturing Forum, la "due giorni" organizzata dal gruppo per

    – di Luca Orlando

    • News24

    Ancona e le Marche puntano sulle "quattro A" per crescere

    «Lo sviluppo dell'industria 4.0 è un percorso lungo e complesso» e per Michele De Vita, segretario della Camera di commercio di Ancona, passa attraverso «quelli che sono gli asset strategici nel dna della regione: alimentare, arredamento e abbigliamento»: oltre 9.800 imprese, che esportano per 3,4

    – di Michele Romano

1-10 di 53 risultati