Persone

Bernie Sanders

Bernie Sanders è nato l'8 settembre del 1941 a New York ed è un politico statunitense, attualmente senatore per lo Stato del Vermont e già membro della Camera dei rappresentanti, è uno dei candidati alle primarie del Partito Democratico per la scelta del candidato alle prossime elezioni presidenziali statunitensi.

E' affiliato, in qualità di esponente indipendente, al Partito Democratico ma si definisce come socialista democratico.

Laureatosi in scienze politiche presso l'Università di Chicago è stato attivista del movimento per i diritti civili svolgendo, prima di entrare in politica, le professione di carpentiere e di regista.

Tra il 6 aprile del 1981 ed il 4 aprile del 1989 è stato sindaco di Burlington (Vermont).

Sanders si è schierato a favore dei diritti degli omosessuali, delle minoranze etniche e dei disoccupati, è contrario alla pena di morte ed ha manifestato la sua opposizione alla guerra in Iraq.

E' stato membro della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, per il distretto unico del Vermont, dal 3 gennaio del 1991 al 3 gennaio del 2007.

Dal 3 gennaio del 2007 è senatore degli Stati Uniti per il Vermont.

Candidatosi alle primarie del Partito Democratico per le elezioni presidenziali del 2016, è attualmente il diretto sfidante della candidata antagonista alle primarie Hillary Clinton, tuttavia il divario in termini di delegati finora ottenuti sembra deporre, salvo clamorosi colpi di scena, a favore della vittoria della Clinton.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Bernie Sanders
    • News24

    Occupazione, «lavoro federale per tutti». La sinistra Usa riscopre Roosevelt

    Gli Stati Uniti hanno un insolito problema occupazionale. Con il tasso dei senza lavoro ai minimi storici del 3,9%, alla ribalta sale oggi l'esercito di sotto-occupati e degli occupati marginali. Vale a dire, accanto ai 6,6 milioni di ufficialmente ancora senza busta paga, gli oltre dieci milioni

    – di Marco Valsania

    • News24

    Paul Krugman risponde ai cittadini: i dazi, Trump e gli effetti sull'economia

    Una serie di domande da «uomo della strada» sul tema dei dazi fatti scattare da Trump su numerosi prodotti importati dalla Cina. Si scopre così che spesso - come nel manifatturiero o nell'hi-tech - l'effetto della barriera tariffaria ha effetti negativi anche per chi la innalza. Introdurre dazi

    – di Paul Krugman

    • News24

    Perché economia significa giustizia

    In piena crisi dell'euro, l'ex premier italiano Mario Monti ripeteva che parte del problema era che «per i tedeschi, l'economia è un ramo della filosofia morale». Voleva dire che anziché risolvere il problema, i tedeschi preferivano cercarne il colpevole, facendo notare che in tedesco la parola

    – di Gideon Rachman

    • News24

    Russiagate, le tappe dell'inchiesta che fa tremare Trump

    Il Russiagate affonda la sue radici nell'ultima campagna elettorale americana, quando l'Fbi nel massimo della riservatezza aprì (parallelamente all'inchiesta sulle mail di Hillary Clinton) un'indagine sulle possibili interferenze di Mosca, volte a influenzare il voto delle presidenziali e a

    • Agora

    La crisi d'identità del capitalismo anglosassone

    Gi inglesi sono pragmatici. E raramente capita sentirli parlare di grandi teorie sociali e di astrazioni filosofiche. In questi tempi folli in cui viviamo tutto pare però possibile, anche un duello tra il leader dell'opposizione e quello di Governo su temi impegnativi come Capitalismo e Socialismo. La prima bordata l'ha tirata il leader laburista Jeremy Corbyn, parlando due giorni fa alla Conferenza del partito di < crisi di legittimità del sistema capitalista > dopo la grande crisi del 2008 e l...

    – Marco Niada

    • News24

    Le erbacce della rete e il silenzio della politica

    Due rivelazioni spettacolari sono saltate fuori dal mondo tecnologico americano questo mese. La prima è la notizia che Equifax, l'agenzia di credito, ha subito un enorme cyber-attacco, tristemente mal gestito dalla società al punto da mettere a rischio i dati di 143 milioni di americani.

    – di Gillian Tett

    • News24

    Trump e Putin potrebbero distruggersi a vicenda

    Se Vladimir Putin ha davvero contribuito a portare Donald Trump alla Casa Bianca, si tratterebbe del più grande colpo mai messo a segno dall'intelligence. Eppure, potrebbe anche rivelarsi il più grande autogol mai visto. Un'operazione volta ad alleggerire la pressione sul governo Putin installando

    – di Gideon Rachman

    • News24

    Un antidoto al populismo

    In una godibile intervista al «Financial Times» (10 giugno), Bernie Sanders, il candidato sconfitto di misura da Clinton alle scorse primarie democratiche, respinge l'etichetta di populista. Ciò che ho proposto, dice, è considerato normale in Europa, «molti americani semplicemente non sanno che il

    – di Gianni Toniolo

    • News24

    Spari in Virginia, grave il numero 3 del Partito Repubblicano. Ucciso l'assalitore

    Il coordinatore della maggioranza repubblicana alla Camera dei Rappresentanti, Steve Scalise, 51 anni, è stato ferito, insieme ad almeno altre quattro persone, da colpi di arma da fuoco esplosi su un campo da baseball ad Alexandria, in Virginia (molto vicino a Washington). Secondo l'ultimo

    – di Redazione online

    • News24

    Perché il "vecchio" Corbyn piace ai giovani (nonostante Brexit)

    Era già successo con Bernie Sanders negli Stati Uniti e Jean-Luc Mélenchon in Francia. Ora il copione potrebbe ripetersi anche in Inghilterra, con l'ex sfavorito Jeremy Corbyn: i giovani preferiscono i "vecchi politici" con posizioni radicali sia agli outsider freschi di candidatura che alle figure

    – di Alberto Magnani

1-10 di 237 risultati