Persone

Bernie Sanders

Bernie Sanders è nato l'8 settembre del 1941 a New York ed è un politico statunitense, attualmente senatore per lo Stato del Vermont e già membro della Camera dei rappresentanti, è uno dei candidati alle primarie del Partito Democratico per la scelta del candidato alle prossime elezioni presidenziali statunitensi.

E' affiliato, in qualità di esponente indipendente, al Partito Democratico ma si definisce come socialista democratico.

Laureatosi in scienze politiche presso l'Università di Chicago è stato attivista del movimento per i diritti civili svolgendo, prima di entrare in politica, le professione di carpentiere e di regista.

Tra il 6 aprile del 1981 ed il 4 aprile del 1989 è stato sindaco di Burlington (Vermont).

Sanders si è schierato a favore dei diritti degli omosessuali, delle minoranze etniche e dei disoccupati, è contrario alla pena di morte ed ha manifestato la sua opposizione alla guerra in Iraq.

E' stato membro della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, per il distretto unico del Vermont, dal 3 gennaio del 1991 al 3 gennaio del 2007.

Dal 3 gennaio del 2007 è senatore degli Stati Uniti per il Vermont.

Candidatosi alle primarie del Partito Democratico per le elezioni presidenziali del 2016, è attualmente il diretto sfidante della candidata antagonista alle primarie Hillary Clinton, tuttavia il divario in termini di delegati finora ottenuti sembra deporre, salvo clamorosi colpi di scena, a favore della vittoria della Clinton.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Bernie Sanders
    • Agora

    La crisi d'identità del capitalismo anglosassone

    Chissà se negli USA una nuova sinistra, che si era manifestata con Bernie Sanders, non torni in scena con maggiore vigore, specie se Trump finisse per virare troppo a destra sul piano sociale e il suo populismo sempre più screditato finisse per perdere mordente tra le classi più deboli che lo hanno votato.

    – Marco Niada

    • News24

    Le erbacce della rete e il silenzio della politica

    Certo, alcuni politici americani di sinistra (come Bernie Sanders) lamentano il basso livello delle tasse pagate dai gruppi tecnologici; voci di destra lamentano che le piattaforme dei social media hanno tardato a rimuovere il materiale islamico estremista.

    – di Gillian Tett

    • News24

    Trump e Putin potrebbero distruggersi a vicenda

    La rivelazione che Debbie Wasserman Schultz, co-presidente del Comitato Nazionale Democratico, aveva denigrato privatamente la campagna di Bernie Sanders, la costrinse a dimettersi, con la conseguenza che la convention cominciò con un avvio caotico.

    – di Gideon Rachman

    • News24

    Un antidoto al populismo

    In una godibile intervista al «Financial Times» (10 giugno), Bernie Sanders, il candidato sconfitto di misura da Clinton alle scorse primarie democratiche, respinge l'etichetta di populista.

    – di Gianni Toniolo

    • News24

    Spari in Virginia, grave il numero 3 del Partito Repubblicano. Ucciso l'assalitore

    Il coordinatore della maggioranza repubblicana alla Camera dei Rappresentanti, Steve Scalise, 51 anni, è stato ferito, insieme ad almeno altre quattro persone, da colpi di arma da fuoco esplosi su un campo da baseball ad Alexandria, in Virginia (molto vicino a Washington). Secondo l'ultimo

    – di Redazione online

    • News24

    Perché il "vecchio" Corbyn piace ai giovani (nonostante Brexit)

    Era già successo con Bernie Sanders negli Stati Uniti e Jean-Luc Mélenchon in Francia. Ora il copione potrebbe ripetersi anche in Inghilterra, con l'ex sfavorito Jeremy Corbyn: i giovani preferiscono i "vecchi politici" con posizioni radicali sia agli outsider freschi di candidatura che alle figure

    – di Alberto Magnani

    • News24

    Elezioni inglesi ad alto impatto Brexit

    LONDRA - L'8 giugno 2017 potrebbe essere ricordato come il giorno che sigilla il trionfo della premier Theresa May e del partito conservatore al Governo o passare alla storia come un colpo di scena che porta alla vittoria il partito laburista di Jeremy Corbyn.

    – di Nicol Degli Innocenti

    • Econopoly

    Il Venezuela, il fallimento socialista ed il grande silenzio della sinistra

    Il Venezuela è nel caos più totale. Crisi politica, sociale, economica. In altre parole, ci troviamo di fronte all'ennesimo fallimento dell'ideologia socialista. Uno degli aspetti più incredibili di questa triste vicenda è il silenzio assordante della classe intellettuale e dirigente di sinistra. Se, infatti, durante il periodo Chavista (1999-2013), il Venezuela ci è stato spesso, erroneamente, presentato come una storia economica di grande successo, nel corso di questi ultimissimi anni la retor...

    – Giovanni Caccavello

    • Agora

    In Francia i giochi sono ancora aperti

    Emmanuel Macron, 39 anni, ha vinto "marciando" il primo turno delle presidenziali francesi. Tutto bene, dunque? Non proprio. Il quotidiano parigino Le Monde, bandiera della sinistra, avverte in un accorato editoriale "Le refus du Front National" a non abbassare la guardia perché i giochi sono ancora aperti. Scaramanzia da intellighenzia di gauche? Forse ma il Front National di Marine Le Pen ha preso 7,6 milioni di voti , 2,8 milioni in più che nel 2002 con Le Pen padre che batté a sorpresa il pr...

    – Vittorio Da Rold

    • News24

    Il «problema infernale» del nuovo disordine mondiale

    Nel suo libro "A Problem from Hell": America and the Age of Genocide (ed. italiana "Voci dall'inferno: l'America e l'era del genocidio", Baldini Castoldi Dalai, 2004 ), che uscì nel 2002 e vinse il Premio Pulitzer l'anno successivo, Samantha Power condannava l'inazione degli Stati Uniti nel

    – di R. Frydman, S. Whatley, K. Murphy, J. Stein

1-10 di 232 risultati