Persone

Benedetto XVI

Joseph Ratzinger, papa Benedetto XVI, è stato il 265° papa della Chiesa Cattolica, successore di Giovanni Paolo II è stato eletto il 19 aprile 2005 ed è rimasto in carica fino alle ore 20:00 del 28 febbraio del 2013, dopo aver annunciato, durante il concistoro dell'11 febbraio 2013, la volontà di voler rinunciare al ministero petrino.

La scelta di Ratzinger è stata amplificata dai mezzi di comunicazione di massa di tutto il mondo, trattandosi di un atto del tutto eccezionale, anche se regolamentato nel diritto canonico, basti pensare che l'ultimo papa a rinunciare al pontificato prima di Benedetto VI è stato Papa Gregorio XII, rimasto in carica fino al 1415.

La scelta del nome Benedetto XVI è stata spiegata dallo stesso Papa come desiderio di richiamare un pontefice, Benedetto XV, che aveva avuto una posizione forte contro la prima guerra mondiale. Ratzinger è stato infatti eletto papa in un periodo di grande tensione internazionale a seguito degli attacchi dell'11 settembre.

La politica di Benedetto XVI è stata improntata ad una apertura verso le altre confessioni, sia cristiane (ortodossi, anglicani), sia verso l'ebraismo e l'islam.

Dal punto di vista dottrinale, invece, Benedetto XVI si è dimostrato conservatore in molti campi: ha ripristinato alcuni tradizionali riti liturgici, tra cui quello che ha suscitato maggiore attenzione nel vasto pubblico è stata la possibilità di dire messa in latino.

Benedetto XVI ha iniziato il suo pontificato nel solco di quello del suo precedessore, Giovanni Paolo II, del quale è stato uno stretto collaboratore.

Prima di essere papa, Joseph Ratzinger ha avuto una brillante carriera ecclesiastica ed accademica che lo ha reso uno dei maggiori teologi moderni viventi.

Nel 1981 è stato nominato prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, proprio in virtù delle sue vastissime conoscenze teologiche.

Nel 1977 è stato nominato arcivescovo di Monaco e Frisinga.

Sempre nel 1977 papa Paolo VI lo ha ordinato cardinale.

Precedentemente Ratzinger era stato per molti anni professore di teologia dogmatica.

Nel 1962, in qualità di professore di teologia, ha avuto la possibilità di partecipare al Consiglio Vaticano II.

È stato ordinato prete nel 1951 insieme al fratello Georg.

Durante l'incarico pontificio ha pubblicato tre lettere encicliche ed un libro sulla persona di Gesù.

In qualità di papa emerito Benedetto XVI è andato a vivere prima a Castel Gandolfo, presso il Palazzo Pontificio, per poi fare ritorno, il 2 maggio del 2013, in Vaticano, dove viene ospitato nel Monastero Mater Ecclesiae appena restaurato.

Il 27 aprile ed il 28 settembre del 2014 ha concelebrato con papa Francesco due messe, rispettivamente dedicate alla canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II ed alla beatificazione di Paolo VI.

Il 4 luglio del 2015 ha ricevuto, durante il suo soggiorno estivo a Castel Gandolfo, il dottorato honoris causa dalla Pontificia Università "Giovanni Paolo II" di Cracovia e dall'Accademia di Musica di Cracovia.

Benedetto XVI è stato insignito di molte onorificienze sia dalla Santa sede che da paesi straniere ed istituzioni accademiche.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Benedetto XVI
    • News24

    Badessa tra i leopardi

    Non esitava a tessere un rapporto epistolare amichevole, lei monaca benedettina, con Federico Barbarossa, nonostante la Chiesa detestasse l'imperatore. Ma non temeva di attaccarlo quando egli aveva sostenuto l'elezione di due antipapi contro il legittimo Alessandro III, il senese Rolando

    – di Gianfranco Ravasi

    • News24

    Il pudore e la saggezza di chi sa dire addio al potere

    Akihito, sul trono del crisantemo dal 1989, è anche il primo monarca del Sol Levante senza prerogative "divine". Le ha perse in seguito alla rinuncia fatta del padre Hirohito nel gennaio del 1946 con la "Dichiarazione della natura umana dell'imperatore". Il recente discorso da lui tenuto ai

    – di Armando Torno

    • News24

    Sbalordire più che documentare

    Un leggero spaesamento. E' quel che prova il lettore al termine di questa silloge di 120 missive, spedite da Oriana Fallaci nel corso nella sua operosissima esistenza (1929-2006), vissuta ai quattro angoli del globo.

    – Raffaele Liucci

    • News24

    Come svelare le maschere del male

    La presenza del Papa alle GMG è anzitutto l'occasione dell'incontro con i giovani del mondo, ma anche di visita al paese ospitante, ai sui simboli, alle sue memorie. E la Polonia ha tra i simboli e le memorie il ricordo di Giovanni Paolo II (la GMG di Cracovia si svolge nella città del Papa che le

    – Gianfranco Brunelli

    • News24

    «La cultura dello scarto inquina l'uomo»

    E' il giorno della visita al campo-simbolo dello sterminio del popolo ebraico e della tragedia del nazismo e della guerra, e il Papa testimonia la Memoria e il dolore con il silenzio. Ad Auschwitz entra dentro il Blocco 11, tocca il muro delle fucilazioni nel piazzale dell'appello - ricostruito nel

    – Carlo Marroni

    • News24

    Francesco ad Auschwitz e Birkenau. In silenzio davanti agli orrori del Novecento

    AUSCHWITZ-BIRKENAU - Incontra i sopravvissuti, seduti davanti al blocco 11. Con loro le sole parole pronunciate da Francesco ad Auschwitz e Birkenau, in un silenzio irreale. La scelta del Papa - già compiuta al memoriale del genocidio degli armeni - è coerente con la testimonianza della Memoria,

    – Carlo Marroni

    • News24

    Accordo Bankitalia-Aif (Vaticano) su cooperazione nella vigilanza finanziaria

    L'Autorità di Informazione Finanziaria (AIF) e la Banca d'Italia hanno concluso un accordo di cooperazione «finalizzato a facilitare, su base di reciprocità, lo scambio di informazioni in materia di vigilanza finanziaria». Una nota della Santa Sede informa che l'accordo consente ad entrambe le

    – Carlo Marroni

    • News24

    Francesco ad Auschwitz come Wojtyla e Ratzinger

    Attraverserà l'ingresso sotto la scritta "Arbeit macht frei" la mattina di venerdì 29 luglio. Sarà il terzo pontefice della Chiesa cattolica a varcare quel cancello che ha segnato il buio infinito del Novecento, e che la Memoria assegna per sempre alla storia. Francesco ad Auschwitz, tappa

    – Carlo Marroni

    • News24

    Akihito, Benedetto XVI: parallelismi e differenze

    TOKYO - Tre anni fa, fu la rinuncia al pontificato di Benedetto XVI a stupire il mondo e sconvolgere gli ambienti più conservatori della Chiesa Cattolica. Oggi è l'intenzione espressa da Akihito di rinunciare a essere l'Imperatore del Giappone a giungere come una sorpresa globale e a lasciare senza

    – Stefano Carrer

1-10 di 1657 risultati