Persone

Benedetto XVI

Joseph Ratzinger, papa Benedetto XVI, è stato il 265° papa della Chiesa Cattolica, successore di Giovanni Paolo II è stato eletto il 19 aprile 2005 ed è rimasto in carica fino alle ore 20:00 del 28 febbraio del 2013, dopo aver annunciato, durante il concistoro dell'11 febbraio 2013, la volontà di voler rinunciare al ministero petrino.

La scelta di Ratzinger è stata amplificata dai mezzi di comunicazione di massa di tutto il mondo, trattandosi di un atto del tutto eccezionale, anche se regolamentato nel diritto canonico, basti pensare che l'ultimo papa a rinunciare al pontificato prima di Benedetto VI è stato Papa Gregorio XII, rimasto in carica fino al 1415.

La scelta del nome Benedetto XVI è stata spiegata dallo stesso Papa come desiderio di richiamare un pontefice, Benedetto XV, che aveva avuto una posizione forte contro la prima guerra mondiale. Ratzinger è stato infatti eletto papa in un periodo di grande tensione internazionale a seguito degli attacchi dell'11 settembre.

La politica di Benedetto XVI è stata improntata ad una apertura verso le altre confessioni, sia cristiane (ortodossi, anglicani), sia verso l'ebraismo e l'islam.

Dal punto di vista dottrinale, invece, Benedetto XVI si è dimostrato conservatore in molti campi: ha ripristinato alcuni tradizionali riti liturgici, tra cui quello che ha suscitato maggiore attenzione nel vasto pubblico è stata la possibilità di dire messa in latino.

Benedetto XVI ha iniziato il suo pontificato nel solco di quello del suo precedessore, Giovanni Paolo II, del quale è stato uno stretto collaboratore.

Prima di essere papa, Joseph Ratzinger ha avuto una brillante carriera ecclesiastica ed accademica che lo ha reso uno dei maggiori teologi moderni viventi.

Nel 1981 è stato nominato prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, proprio in virtù delle sue vastissime conoscenze teologiche.

Nel 1977 è stato nominato arcivescovo di Monaco e Frisinga.

Sempre nel 1977 papa Paolo VI lo ha ordinato cardinale.

Precedentemente Ratzinger era stato per molti anni professore di teologia dogmatica.

Nel 1962, in qualità di professore di teologia, ha avuto la possibilità di partecipare al Consiglio Vaticano II.

È stato ordinato prete nel 1951 insieme al fratello Georg.

Durante l'incarico pontificio ha pubblicato tre lettere encicliche ed un libro sulla persona di Gesù.

In qualità di papa emerito Benedetto XVI è andato a vivere prima a Castel Gandolfo, presso il Palazzo Pontificio, per poi fare ritorno, il 2 maggio del 2013, in Vaticano, dove viene ospitato nel Monastero Mater Ecclesiae appena restaurato.

Il 27 aprile ed il 28 settembre del 2014 ha concelebrato con papa Francesco due messe, rispettivamente dedicate alla canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II ed alla beatificazione di Paolo VI.

Il 4 luglio del 2015 ha ricevuto, durante il suo soggiorno estivo a Castel Gandolfo, il dottorato honoris causa dalla Pontificia Università "Giovanni Paolo II" di Cracovia e dall'Accademia di Musica di Cracovia.

Benedetto XVI è stato insignito di molte onorificienze sia dalla Santa sede che da paesi straniere ed istituzioni accademiche.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Benedetto XVI
    • News24

    La necessità di ridare significato alla parola «lavoro»

    Dai comportamenti economici non si possono espellere fattori extra economici, tralasciando i quali, ricorda Benedetto XVI nella Caritas in veritate, non solo le analisi, ma anche le soluzioni, perdono di consistenza.

    – di Flavio Felice e Davide Lorenzetto

    • News24

    La Chiesa lavora per il lavoro

    Sono interessanti le tipologie moderne sotto cui Sorge rubrica le fasi di questo approccio tra Chiesa e società: dall'"ideologia cattolica" degli anni 1891-1931 alla "nuova cristianità" di Pio XI e Pio XII, dal "dialogo" conciliare (1958-78) al nuovo "umanesimo globale" di Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, per approdare alla "rivoluzione" di papa Francesco che privilegia la forza "rinnovatrice" del Vangelo vissuto e testimoniato nella vita del cristiano, i cui corollari sono la gratuità, la...

    – di Gianfranco Ravasi

    • News24

    Migranti: Papa, diritto a nazionalità dalla nascita

    «Il principio della centralità della persona umana, fermamente affermato dal mio amato predecessore Benedetto XVI, ci obbliga - sottolinea Papa Francesco - ad anteporre sempre la sicurezza personale a quella nazionale» e inoltre «in nome della dignità fondamentale di ogni persona, occorre sforzarsi di preferire soluzioni alternative alla detenzione per coloro che entrano nel territorio nazionale senza essere autorizzati».

    • News24

    Milano saluta Tettamanzi. Sala: suo lascito l'attenzione agli ultimi

    Parlando di fronte ad oltre cinquemila fedeli, con un migliaio di sacerdoti, trenta vescovi e otto cardinali, arrivati a concelebrare, Scola ha ricordato «il permanente sorriso» e «l'umanità contagiosa», e il suo ruolo di collaboratore diretto di Giovanni Paolo II e Benedetto XVI oltre che di esperto di «scienze morali e bioetiche».

    • News24

    Luigi Sturzo ci insegna la «via istituzionale della carità»

    Vorrei cogliere questa occasione per ricordare uno dei tanti capolavori della vita di Sturzo, interprete della "via istituzionale della carità", la definizione di politica che papa Benedetto XVI ci ha consegnato: la fondazione del Partito Popolare.

    – di Flavio Felice

    • News24

    Georg Ratzinger, per un trentennio direttore degli "usignoli" di Ratisbona

    L'ultima volta che si sono visti è stato il 18 aprile scorso, quando il papa emerito ha festeggiato (con birra bavarese) il 90mo compleanno Altrimenti lui, mons. Georg Ratzinger, fratello maggiore di Benedetto XVI (93 anni) vive perlopiù in Germania, dopo aver passato durante il precedente pontificato diversi anni in Vaticano.

    – di Carlo Marroni

    • News24

    Germania: 547 bambini vittime violenza Coro Ratisbona

    Il fratello del Papa emerito Benedetto XVI, Georg Ratzinger, ha diretto il coro di Ratisbona, per il quale i media tedeschi oggi parlano di 547 bambini vittime di violenza sessuale nei decenni, per quasi trent'anni, dal 1964 al 1993.

    • News24

    Sempre attenti al «Discorso»

    Un itinerario che è approdato fino a Benedetto XVI: nel suo Gesù di Nazaret (primo volume pubblicato nel 2007) riservava a quel discorso oltre cento pagine classificandolo come «la Torah del Messia... del tutto nuova, diversa, ma che proprio così porta a compimento la Torah di Mosè».

    – di Gianfranco Ravasi

1-10 di 1715 risultati