Persone

Ben Bernanke

Ben Bernanke è nato il 13 dicembre del 1953 ad Augusta (Georgia) ed è un economista statunitense.

Dal 1° febbraio 2006 al 3 febbraio 2014 è stato Presidente del Comitato dei Governatori della Federal Reserve negli Usa, precedentemente ha ricoperto la carica di Presidente del Comitato dei Consiglieri Economici del Presidente degli Stati Uniti e di membro del Comitato dei Governatori della Federal Reserve.
Ben Bernanke si è laureato in economia nel 1975 ad Harvard e 4 anni più tardi ha conseguito un dottorato al Mit (Massachusetts Institute of Technology).

Professore di Economia e Affari Pubblici alla Princeton University, dal 1996 al 2002 è stato Presidente del Dipartimento di Economia.

Nel 2004 è diventato Presidente del Comitato dei Consiglieri Economici del Presidente degli Stati Uniti e membro del Comitato dei Governatori della Fed.

Nel 2005, l’allora Presidente Usa George W. Bush ha nominato Bernanke alla successione di Alan Greenspan come Presidente della Federal Reserve. Bernanke è entrato ufficialmente in carica nel 2006.

Nel 2009 l’attuale Presidente Barack Obama lo ha riconfermato fino al 2014, quando è stato sostituito dall'attuale Presidente della Federal Reserve, Janet Yellen.

Ben Bernanke è autore di numerosi articoli, libri e testi di finanza ed economia. Ha ricevuto anche borse di studio e premi, tra cui il Guggenheim Fellowship e la Sloan Fellowship Econometric Society.

Nel 2009 è stato eletto Persona dell'anno 2009 dalla prestigiosa rivista Time.

Nel 2011 è stato incluso nella lista redatta dallo staff del Jerusalem Post, dei dieci ebrei più influenti del mondo.

E' sposato con Anna Friedmann dal 1978.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Ben Bernanke
    • News24

    Bond emergenti dal boom al crollo. Conviene ancora puntare su di loro?

    Ormai la chiamano «normalizzazione». Le banche centrali di tutto il mondo si stanno infatti orientando verso la riduzione di quell'enorme liquidità con cui negli ultimi anni hanno da una parte salvato e dall'altra anche«dopato» i mercati finanziari. La Federal Reserve americana in testa, ma anche

    – di Maximilian Cellino

    • News24

    L'euro corregge il tiro, poi risale

    Nelle ultime 48 ore abbiamo avuto un assaggio di quello che potrebbe accadere sui mercati quando la Bce annuncerà la fine degli stimoli monetari: euro su, Borse e titoli di Stato dell'Eurozona giù. Infatti martedì nella prima parte della mattina hanno colpito le parole del governatore della Bce

    – Vito Lops

    • News24

    La Fed dica addio al rialzo dei tassi (con la Yellen ancora al comando)

    La Federal Reserve è più avanti delle altre grandi banche centrali occidentali sulla strada della normalizzazione della politica monetaria, e questo ha provocato un acceso dibattito sull'opportunità che la Fed proceda con gli aumenti dei tassi e l'opportunità che mantenga il suo obbiettivo di

    – di Martin Wolf

    • News24

    Claudio Borio (Bri): «Dobbiamo imparare a gestire i robot»

    La data in cui si colloca comunemente l'inizio della grande crisi finanziaria è il 15 settembre 2008 quando il fallimento di Lehman Brothers provocò un maremoto sui mercati mondiali. Non per Claudio Borio. Agli occhi del capo economista della Banca per i Regolamenti Internazionali, uno dei

    – di Beda Romano

    • News24

    Regole e uomini d'affari, così cambierà la Fed nell'era Trump

    La Fed nell'era di Trump potrebbe cambiare volto ben di là della scelta sulla successione a Janet Yellen. In lizza per il board sono più economisti di business, meno accademici. E, soprattutto, una politica monetaria dove le decisioni siano guidate da maggiori regole e minore discrezione.

    – di Marco Valsania

    • News24

    L'allarme di Pimco: probabile una recessione mondiale entro il 2022

    Se i mercati sembrano aver inforcato gli occhiali rosa, con Wall Street a ridosso dei massimi storici, a riportare tutti con i piedi per terra è Pimco. Nel suo ultimo outlook, fresco di stampa, il colosso mondiale del risparmio (oltre 1500 miliardi di dollari di masse gestite) lancia l'allarme:

    – di Enrico Marro

    • News24

    Gli elettori di Trump non ammettono (ancora) l'errore

    I giudizi sui primi 100 giorni sono arrivati, e sono pessimi. I trapianti di faccia della controriforma sanitaria continuano, il «piano» fiscale dell'amministrazione ha lo stesso livello di dettaglio dello scontrino di un supermercato, Trump ha calato le braghe sulle promesse di fare la voce grossa

    – di Paul Krugman

    • Agora

    Perché il «credit easing» della Bce si avvia verso la fine

    «E' troppo presto per dichiarare vittoria». Difficile dare torto al presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi. La core inflation è ancora piuttosto bassa, l'inflazione complessiva potrà raggiungere l'1,7% medio nel 2019 - un risultato «non soddisfacente», ha detto qualche tempo fa - a causa, secondo le analisi della Bce, di salari che non salgono a sufficienza, mentre la disoccupazione reale potrebbe essere il doppio di quella ufficiale (che ha una definizione molto ristretta). Eppu...

    – Riccardo Sorrentino

1-10 di 1819 risultati