Persone

Bee Taechaubol

Bee Taechaubol più noto in Italia col nome di Mister Bee o Mr. B, è nato il 12 settembre del 1975 a Bangkok ed è un imprenditore thailandese, salito agli onori della cronaca per aver presentato una proposta di acquisto di una parte dell'AC Milan, di proprietà di Silvio Berlusconi.

Nato in una famiglia di ricchi investitori, già a 14 anni Mr Bee inizia a lavorare come lavapiatti nel ristorante di famiglia in Australia.

A soli 16 si appassiona al business nel mercato immobiliare, cominciando a macinare ottimi profitti con la sua compagnia online.

Nel 1997 la crisi nel Sud-Est asiatico porta la sua famiglia a trovarsi piena di debiti.

Mr. B tuttavia non si scoraggia, riesce a laurearsi Ingegneria civile in Australia e consegue il Master Business Administration, alla Sasin Business School di Bangkok .

Tornato a Bangkok con soli 2.000 dollari australiani in tasca, inizia a lavorare in varie aziende, venendo coinvolto in diversi business.

Diventa consigliere delegato della Thai Prime Fund (società che si occupa di private equity) poi è membro del consiglio di amministrazione della società immobiliare Landmark Development Group di Bangkok ed acquisisce la proprietà di immobili sia in Asia che in Australia.

La sua passione per il calcio prende forma quando, tra le altre cose, gestisce l'allestimento della GLS (Global Legends Series, un tour di partite che vede protagonisti campioni del calibro di Ševčenko, Nesta, Seedorf, Kluivert e Cannavaro.

Le contrattazioni per l'acquisto del Milan cominciano nell'aprile del 2015, a giugno Taechaubol firma un contratto che prevede l'acquisto, per 480 milioni, di euro del 48% dell'AC Milan ma nel mese di febbraio del 2016 la trattativa di acquisto è saltata.

Nel giugno del 2016 circola notizia di nuove trattative tra Bee Taechaubol e Berlusconi, per la cessione dell'AC Milan.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Bee Taechaubol
    • News24

    Milan, è caos closing: le tre possibili conclusioni

    Il Milan resta ancora nelle mani di Fininvest. L'esclusiva a favore di Sino Europe Sports è scaduta alla mezzanotte del 3 marzo come da contratto e il futuro del club rossonero torna in bilico. Una storia che va avanti da due anni, da quando cioè per il Milan si è prospettato un futuro asiatico.

    – di Marco Bellinazzo

    • Agora

    Milan: firmato il preliminare, il club passa al fondo cinese Sino-Europe Investment Management

    Ora è ufficiale. Il Milan diventa cinese. La Fininvest cede il 99,93% del capitale azionario per una cifra pari a 740 milioni, compresi debiti per circa 220 milioni. Un comunicato della società chiarisce che dopo la firma del contratto preliminare di oggi (il closing è previsto per la fine dell'anno) il Milan viene rilevato dalla Sino-Europe Investment Management Changxing, società veicolo di cui fanno parte, tra gli altri, Haixia Capital, il fondo di stato cinese per lo Sviluppo e gli Investime...

    – Marco Bellinazzo

    • News24

    Sonny Wu guida la cordata per comprare il Milan

    E' l'imprenditore cinese Sonny Wu a fare da capofila della cordata che punta al controllo della squadra di calcio del Milan. Lo riporta l'agenzia Bloomberg citando fonti vicine al dossier. La società di private equity Gsr capital, che fa capo all'imprenditore attivo nel settore delle rinnovabili e

    – Flavia Carletti

    • Agora

    Alibaba capocordata sul Milan? No, i cinesi in campo (capitanati da Galatioto) sono altri

    Alibaba che si compra il Milan. E' questo l'ultimo rumors che circola da questa mattina. L'interesse di Jack Ma per il club rossonero è stato anticipato proprio dal Sole 24 Ore alcuni mesi fa, quando ancora c'era Mr Bee Taechaubol sul dossier. Ebbene, secondo quanto risulta a questa rubrica (e dico purtroppo per i tifosi milanisti) in realtà Alibaba e Jack Ma non sarebbero affatto vicini ad acquistare il Milan. Sì avrebbero mostrato un interesse (iniziato come sponsorship commerciale) ma la stra...

    – Carlo Festa

    • News24

    Galatioto: "Milan ai cinesi in 8 settimane"

    Mr Bee Taechaubol sembra già un lontano ricordo ma il Milan resta un club molto ambito e si è fatta avanti una nuova cordata cinese per rilevare, e in fretta, la maggioranza della società di Silvio Berlusconi. Lo sostiene Sal Galatioto, mediatore italo-americano che si sta occupando della

    – a cura di Datasport

    • Agora

    Milan, i consulenti di Citic sbarcano a Milano

    Se l'alleanza tra Vivendi e Mediaset sembra a un passo, anche sul calcio di Premium, nella galassia Fininvest sembra lontana da una soluzione la cessione del 49% del Milan. C'è tuttavia da segnalare la presenza ieri a Milano di Federico Bazzoni, il rappresentante della banca cinese Citic che sta seguendo da mesi Bee Taechaubol nella sua possibile alleanza con Silvio Berlusconi. Bazzoni, secondo i bene informati, avrebbe avuto incontri anche in Fininvest.

    – Carlo Festa

    • Agora

    Bee-Milan all'epilogo? Ecco perché i numeri non mentono mai

    I numeri non mentono. Bastava analizzare un anno fa i numeri proposti da Bee Taechaubol per l'operazione sul Milan (minoranza a 480 milioni di euro per il 48%) per capire che qualcosa non funzionava. Ora il "quasi" addio all'ingresso del broker thailandese è arrivato anche da Silvio Berlusconi che ha ammesso ieri davanti ai microfoni che Mr Bee non è l'unica alternativa per il Milan. Insomma, l'ingresso del thailandese, assieme ai suoi fantomatici soci di cordata, sembra sempre più lontano. Ma q...

    – Carlo Festa

    • News24

    Milan, Berlusconi nicchia: "Mihajlovic? Presto per la conferma"

    Il 3-0 nel derby non basta. Silvio Berlusconi è soddisfatto per la netta vittoria del Milan sull'Inter nella stracittadina ma nicchia sulla conferma del tecnico Sinisa Mihajlovic: "Se è l'allenatore del Milan è perché la società reputa che stia lavorando bene - le parole del patron rossonero nella

    – a cura di Datasport

1-10 di 105 risultati