Persone

Barack Obama

Barack Obama è nato il 4 agosto del 1961 a Honolulu (Hawaii) ed è stato il Presidente degli Stati Uniti d’America, ruolo che ha ricoperto dal 20 gennaio 2009, al 9 novembre 2016. Al suo posto il 20 gennaio del 2017 si è insediato Donald Trump , 45° presidente eletto.

Obama è il primo afroamericano della storia statunitense ad essere arrivato alla Casa Bianca, incarico conquistato dopo essere stato per otto anni nel senato dello stato dell’Illinois e per quattro anni senatore a Washington.

Da quando si è presentato alle primarie del Partito Democratico ha iniziato a mettersi in luce nel panorama politico statunitense, fino a quando ha ottenuto l'investitura del partito, battendo nella convention democratica Hillary Clinton.

Dventato il candidato ufficiale in corsa alla Casa Bianca contro il rivale conservatore John McCain, è stato il vincitore delle elezioni presidenziali che si sono tenute il 4 novembre del 2008.

Prima di entrare in politica, Barack Obama ha lavorato come avvocato nel campo della difesa dei diritti civili ed ha insegnato Diritto costituzionale presso la scuola di legge dell’Università di Chicago.

Il settimanale statunitense Time ha eletto Barack Obama "Persona dell’anno" nel 2008 e nel 2012..

Nell’ottobre del 2009 il comitato di Oslo gli ha conferito il Premio Nobel per la Pace, motivandolo sia con lo sforzo che il neopresidente avrebbe fatto per rafforzare la diplomazia internazionale e la collaborazione tra i popoli, che con l'impegno assunto nella riduzione degli arsenali nucleari e nell'inaugurazione di una nuova stagione diplomatica incentrata sul dialogo col Medio Oriente.

Barak Hobama è stato insignito della seguente onorificienza: Collare dell'Ordine del re Abd al-Aziz (Arabia Saudita, 3 giugno 2009).

Obama è sposato con Michelle LaVaughn Robinson Obama dal 1992 ed ha due figlie, Malia (nata nel 1998) e Natasha (nata nel 2001).

Ultimo aggiornamento 08 maggio 2017

Ultime notizie su Barack Obama
    • NovaCento

    Un cervello quantitativo

    Algoritmi genetici, reti neurali, logica Fuzzy... nel mondo dell'Intelligenza Artificiale si possono trovare, oggi, mondi e filosofie molto diverse. Il punto non sta più nella distinzione tra una AI forte e una debole. L'AI forte, il sogno di replicare il cervello umano con tutte le sue funzioni, mi pare declinato, fatta eccezione per qualche sparuto futurologo. Ci si muove in altri ambiti, come quello del machine e del deep learning, della simbiosi uomo macchina, delle tecnologie protesiche,...

    – Simone Arcagni

    • NovaOther

    A chi non piace l'open government

    Il numero degli aderenti alla Open Government Partnership (Ogp) lanciata da Obama nel 2011 è il doppio di quello dell'Ocse con 70 stati nazionali e 15 governi locali, ma non manca chi rema contro. Due degli otto fondatori, Stati Uniti e Messico, sono sotto i riflettori per azioni decisamente poco open. Trasparenza e collaborazione con la società civile non sembrano nelle corde dell'amministrazione Trump che ha approvato a fatica un piano di azione per il governo aperto relegandone la stesura ai ...

    – Guido Romeo

    • Agora

    America! Chi era costei?

    Più delle tante altre sorprese geopolitiche dell'ultimo anno, un episodio dimostra con assoluta chiarezza la crisi d'identità della potenza americana. E' accaduto durante la breve escalation al confine fra Israele e Siria: il luogo potenzialmente più pericoloso del mondo insieme all'Ucraina e alla frontiera tra le due Coree. Quando gli israeliani hanno abbattuto un drone siriano e i siriani un caccia bombardiere israeliano, Bibi Netanyahu ha telefonato immediatamente a Vladimir Putin. Per la pr...

    – Ugo Tramballi

    • News24

    L'America delle stragi: perché nuove leggi sulle armi restano un miraggio

    New York - Donald Trump ha fatto del "massacro" della politica tradizionale motivo di successo elettorale e conquista della Casa Bianca. Ma sotto i riflettori adesso e' la sua politica sui massacri. Quelli veri. Ieri il Presidente ha annunciato che si rechera' in Florida, sul luogo dell'ultimo

    – di Marco Valsania

    • News24

    Se democratici e repubblicani non capiscono che «buono» viene prima di «giusto»

    Viviamo in tempi economici preoccupanti. Un anno fa, osservavo come il bullismo del presidente americano Donald Trump nei confronti di aziende e persone che si mettevano di traverso ricordasse Benito Mussolini negli anni 20. Come Mussolini, Trump costituisce un chiaro pericolo per lo stato di

    – di Edmund S. Phelps

    • News24

    Dal «copista» Pili alla confessione di Lettieri: i casi di plagio elettorale

    Dopo l"incidente" il suo corregionale Francesco Cossiga prese a chiamarlo il "copista" e si può dire che con quel soprannome affibiatogli dallo spietato presidente emerito della Repubblica iniziò e si concluse la carriera politica di Mauro Pili. L'allora presidente designato della regione Sardegna,

    – di Riccardo Ferrazza

    • News24

    Intesa al Congresso Usa sul budget, lo shutdown dura solo qualche ora

    Rientra nel giro di poche ore il nuovo shutdown, il secondo nell'arco di tre settimane, scattato negli Stati Uniti. La Camera dei rappresentanti ha infatti approvato all'alba (con 240 voti favorevoli e 186 contrari) un'intesa biennale sul bilancio che sospende i limiti di spesa fino al 1° marzo

    • News24

    Quanto fa male a Trump il crollo di Wall Street

    La notizia è che stavolta non twitta. Alcuni post sull'immigrazione, i Dreamer e i democratici con cui non trova un accordo, uno sul Super Bowl ma nessun commento sul lunedì nero dei mercati. Nelle ultime ore l'unico tweet in cui il presidente Trump accenna all'economia è questo in basso con cui

    – di An.Man.

1-10 di 8122 risultati