Persone

Barack Obama

Barack Obama è nato il 4 agosto del 1961 a Honolulu (Hawaii) ed è stato il Presidente degli Stati Uniti d’America, ruolo che ha ricoperto dal 20 gennaio 2009, al 9 novembre 2016. Al suo posto il 20 gennaio del 2017 si è insediato Donald Trump , 45° presidente eletto.

Obama è il primo afroamericano della storia statunitense ad essere arrivato alla Casa Bianca, incarico conquistato dopo essere stato per otto anni nel senato dello stato dell’Illinois e per quattro anni senatore a Washington.

Da quando si è presentato alle primarie del Partito Democratico ha iniziato a mettersi in luce nel panorama politico statunitense, fino a quando ha ottenuto l'investitura del partito, battendo nella convention democratica Hillary Clinton.

Dventato il candidato ufficiale in corsa alla Casa Bianca contro il rivale conservatore John McCain, è stato il vincitore delle elezioni presidenziali che si sono tenute il 4 novembre del 2008.

Prima di entrare in politica, Barack Obama ha lavorato come avvocato nel campo della difesa dei diritti civili ed ha insegnato Diritto costituzionale presso la scuola di legge dell’Università di Chicago.

Il settimanale statunitense Time ha eletto Barack Obama "Persona dell’anno" nel 2008 e nel 2012..

Nell’ottobre del 2009 il comitato di Oslo gli ha conferito il Premio Nobel per la Pace, motivandolo sia con lo sforzo che il neopresidente avrebbe fatto per rafforzare la diplomazia internazionale e la collaborazione tra i popoli, che con l'impegno assunto nella riduzione degli arsenali nucleari e nell'inaugurazione di una nuova stagione diplomatica incentrata sul dialogo col Medio Oriente.

Barak Hobama è stato insignito della seguente onorificienza: Collare dell'Ordine del re Abd al-Aziz (Arabia Saudita, 3 giugno 2009).

Obama è sposato con Michelle LaVaughn Robinson Obama dal 1992 ed ha due figlie, Malia (nata nel 1998) e Natasha (nata nel 2001).

Ultimo aggiornamento 08 maggio 2017

Ultime notizie su Barack Obama
    • News24

    Paradosso Iran: sempre più sclerotico e influente

    Le trattative furono condotte principalmente dall'amministrazione del presidente Barack Obama e culminarono nel Piano d'azione comune globale del 2015.

    – di Michael Mandelbaum

    • News24

    Razzisti in Virginia, Trump ci ripensa: «Colpa anche della sinistra»

    Dopo aver condannato i nazionalisti, il presidente Trump torna sugli scontri di Charlottesville in Virginia affermando che anche la sinistra è stata responsabile delle violenze. Nella città in Virginia qualche giorno fa una manifestazione di suprematisti bianchi aveva provocato morti e feriti:

    – di Redazione Online

    • News24

    Regeni, «Obama rivelò a Renzi colpe egiziani». Ma non diede le prove

    Cosa è successo in questi ultimi giorni sul caso Regeni, il ricercatore friulano di 28 anni rapito, torturato e ucciso al Cairo fra il 25 gennaio e il febbraio 2016? Due giorni fa il 14 agosto il ministro degli Esteri Angelino Alfano annuncia che visti gli sviluppi positivi nei rapporti tra i due

    – di Redazione Online

    • News24

    La sfida con Kim un segno dell'erosione di leadership

    Il "raddoppio" di Donald Trump contro Pyonyang è molto peggio della "linea rossa sulla sabbia" di Barack Obama contro il regime di Assad in Siria, per due ragioni, la prima è che il messaggio va a un leader squilibrato come Kim Jong Un, la seconda è che questa volta il grilletto l'America potrebbe premerlo davvero, con conseguenze potenzialmente catastrofiche visto che sarebbe il primo conflitto fra due Paesi che si confrontano per una disputa sugli armamenti nucleari.

    – di Mario Platero

    • News24

    Detroit, sulla strada c'è la Silicon Valley

    Grazie al salvataggio pubblico di Chrysler, di General Motors e dell'intero sistema della componentistica del Michigan, realizzato con fondi federali dalla Casa Bianca di Barack Obama.

    – dal nostro inviato Paolo Bricco

    • News24

    Caduta e rinascita di Detroit: così la «Ghost Town» è ripartita

    Anni Duemila: l'industria dell'auto è messa fuori mercato dalla concorrenza asiatica e dai costi previdenziali e assicurativi della manodopera, fino al fallimento nel 2009 di Chrysler e di General Motors, con i soldi pubblici stanziati dal presidente Barack Obama - 80 miliardi di dollari - che consentono la conservazione del loro profilo industriale.

    – di Paolo Bricco

    • News24

    Hiroshima 72 anni dopo: il paradosso del Giappone contro il trattato antinucleare

    Il Giappone di Abe aveva contribuito anche a impedire che l'ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama potesse annunciare la rinuncia americana all'opzione di "First Strike" (ossia a utilizzare per primi le armi atomiche), sostenendo dietro le quinte che una simile pronuncia avrebbe indebolito la Difesa dell'arcipelago.

    – di Stefano Carrer

    • News24

    Dal Monte Hiei a Hiroshima: appelli per la pace e il disarmo

    Del resto, secondo varie fonti, il desiderio dell'ex presidente Barack Obama di annunciare la rinuncia americana all'opzione di "first strike" (ossia l'impegno a non utilizzare per primi armi atomiche) si era scontrato con le obiezioni proprio dei governanti giapponesi, secondo i quali un simile annuncio avrebbe inciso negativamente sulla sicurezza del Giappone (che non possiede per ora armi di attacco preventivo di postazioni nemiche in territorio continentale asiatico, ma che ha cominciato...

    – dal nostro corrispondente Stefano Carrer

1-10 di 7998 risultati