Ultime notizie:

Banca d'Inghilterra

    • Agora

    Così parlò Mark Carney, "nemico" della Brexit

    Soprattutto per il ruolo che ricopre, ossia quello di Governatore della Banca d'Inghilterra. ... Il critico più feroce in queste ore è stato Jacob Rees Mogg, uno dei brexiters più fanatici, che ha descitto Carney come < il gran sacerdote del project fear la cui fama per previsioni inaccurate e politicamente motivate hanno rovinato la reputazione della Banca d'Inghilterra >.

    – Marco Niada

    • News24

    Banca d'Inghilterra alza i tassi. Carney ottimista sulla Brexit

    La Banca d'Inghilterra ha deciso oggi di alzare i tassi ai livelli massimi dai tempi della crisi finanziaria di un decennio fa, a dispetto dei diffusi timori relativo al tormentato e insidioso processo verso la Brexit e ai venti di guerra... Mark Carney, governatore della Banca d'Inghilterra, come previsto, ha sfidato i pessimisti sulla Brexit con un rialzo dei tassi e ha aggiunto di suo una revisione al rialzo delle stime sulla crescita economica del Regno Unito nel 2019.

    – di Stefano Carrer

    • News24

    Piazza Affari ko (-1,7%) con dazi e «rischio Italia». Spread risale in area 250

    Oggi la Banca d'Inghilterra ha aumentato il costo del denaro e la Fed ieri ha confermato la solida crescita dell'economia, lasciando lo spazio a due ulteriori rialzi dei tassi entro l'anno. ... Lo spread italiano tra Btp e Bund sè volato sopra i 250 punti, per attestarsi a 249 punti, subito dopo la decisione della Banca d'Inghilterra di innalzare il costo del denaro.

    – di E. Micheli e C. Di Cristofaro

    • News24

    La Banca del Giappone: «Più flessibilità sui tassi»

    In attesa delle decisioni della Fed (domani) e della Banca d'Inghilterra (dopodomani), i mercati finanziari cercano oggi di valutare l'impatto delle mosse della Banca del Giappone, che ha introdotto una maggiore flessibilità nella sua politica monetaria ultraespansiva mentre ha tagliato ancora una volta le sue stime sull'inflazione nel Sol levante.

    – di Stefano Carrer

    • News24

    La Corporate Europa siede su una montagna di debiti (grazie al Qe)

    Hanno toccato 3.700 miliardi di dollari i debiti delle società europee ed area Emea di cui 1.400 miliardi in scadenza nei prossimi quattro anni. Un livello salito di circa 800 miliardi di dollari in un anno dai 2.900 miliardi di dollari nel 2017, secondo un recente report dell'agenzia di rating

    – di Mara Monti

    • News24

    Borse ostaggio di dazi e politica

    La guerra dei dazi lascia molti feriti sui parterre. Nonostante un recupero nell'ultima seduta della settimana, infatti, la maggior parte dei listini chiude in perdita sul venerdì precedente, segnando una delle peggiori sequenze degli ultimi mesi. Non ci sono state notizie positive tali da

    – di Marzia Redaelli

    • News24

    BoE lascia i tassi invariati allo 0,5%. Contrario il capo economista

    La Banca d'Inghilterra ha deciso di lasciare invariati i tassi di interesse allo 0,5%. La decisione è stata assunta al termine del meeting che si è concluso oggi con 6 pareri favorevoli e 3 contrari. Il consiglio della Boe ha anche votato per modificare le linee guida relative alle modalità con cui

    • Agora

    Cala il gelo sull'economia britannica

    L'economia britannica dà sempre più visibili segnali di rallentamento, proprio quando giungono manifestazioni di rafforzamento dalle economie UE.  I dati del primo trimestre del 2018, che mettono a segno una crescita del pil dello 0,1%  sono infatti i peggiori da 5 anni. A trascinare la crescita verso il basso è stata la spesa delle famiglie, che ha registrato il punto più basso da 3 anni, con un magro progresso del 0,2%. Se i servizi hanno sostenuto la crescita con un +0,3%,  pessime notizie so...

    – Marco Niada

    • News24

    Gran Bretagna, il Pil si è fermato (+0,1%): peggior risultato dal 2012

    Delude l'economia britannica, complice il maltempo ma anche l'incertezza legata alle estenuanti trattative per la Brexit. Il Pil dell'isola è salito dello 0,1% congiunturale nel primo trimestre e dell'1,2% tendenziale (cioè sullo stesso periodo dello scorso anno), secondo le stime preliminari

1-10 di 1045 risultati