Aziende

Audi

La casa automobilistica tedesca Audi, fu fondata da August Horch nel 1909, dopo che lo stesso imprenditore venne estromesso dalla precedente azienda che aveva creato nel 1899 e alla quale aveva dato il proprio nome, Horch. Proprio per questo, la nuova industria fu chiamata Audi: il termine è il corrispondente latino del tedesco Horch, che significa “ascolta”. La travagliata storia del marchio tedesco non è finita qui però, perché, dopo le crisi economiche degli anni Venti e Trenta, Audi fu assorbita da una nuova e più grande realtà industriale, la Auto Union, della quale entrarono a far parte altre tre case automobilistiche tra le quali pure la Horch. Dopo la fine della seconda guerra mondiale, la Auto Union venne prima assorbita dalla Daimler Benz nel 1958, e quindi fu ceduta da questa alla Volkswagen, gruppo industriale del quale fa parte tuttora. Il primo grande successo commerciale di Audi è stata l’Audi 80, nata nel 1972, e alla quale sono seguiti i modelli 90, 60, 75, 50 e 100. Nel 1980 è quindi arrivato alla guida della casa automobilistica Ferdinand Piech: è stata sua l’intuizione di creare la auto Audi a quattro ruote motrici conosciute col brand “Audi quattro” e che ebbero così tanto successo che fu deciso di sostituire al nome Auto Union definitivamente quello Audi. Nel 2006 è arrivato invece il momento della svolta Audi verso il mercato delle auto sportive e lussuose: il primo modello che ha intrapreso la nuova strada è il suv Q7, mentre è sempre nello stesso anno che viene lanciata anche la nuova e apprezzatissima Audi TT Coupé. Nel 2009 infine il centenario della casa automobilistica tedesca viene festeggiato con l’apertura dell’Audi Wind Tunnel Centre, uno dei laboratori tecnologici per la progettazione di automobili più all’avanguardia del mondo.

Ultimo aggiornamento 28 ottobre 2016

Ultime notizie su Audi
    • News24

    Auto, i big tedeschi rischiano maxi-multa Volkswagen convoca cda straordinario

    L'industria tedesca dell'auto è nella bufera dopo l'inchiesta di «Der Spiegel» che nell'ultimo numero ha rivelato che Volkswagen, e i marchi Audi e Porsche, con Bmw e Daimler (Mercedes) avrebbero avuto dal 1990 riunioni ... L'industria tedesca dell'auto è nella bufera dopo l'inchiesta di «Der Spiegel» che nell'ultimo numero ha rivelato che Volkswagen, e i marchi Audi e Porsche, con Bmw e Daimler (Mercedes) avrebbero avuto dal 1990 riunioni tecniche segrete per lo sviluppo e la progettazione di...

    – di Riccardo Barlaam

    • News24

    Cartello tedesco, Bmw risponde alle accuse del Der Spiegel

    Per un ventennio, circa 200 manager in rappresentanza di Audi, BMW, Daimler, Volkswagen e Porsche avrebbero tenuto riunioni per coordinare congiuntamente lo sviluppo di modelli, determinare i costi e scegliere i fornitori.

    • News24

    I titoli auto viaggiano ancora col freno a mano dopo le accuse di «cartello»

    Dopo venerdì scorso un'altra giornata pesante per le azioni dei costruttori automotive alla Borsa di Francoforte a seguito delle indiscrezioni di "Der Spiegel" secondo cui Volkswagen e le sue controllate Audi e Porsche, Bmw e Daimler avrebbero costituito un cartello.

    – di Paola Catarsi

    • News24

    Range Rover Velar, l'abbiamo guidata in Norvegia: ecco come va e quanto costa

    E' il quarto modello della gamma Range Rover, ma il suo "significato" va oltre lo stile da suv coupé, anzi da sport utility contaminato con lineamenti da shooting brake. La nuova Velar, che si colloca tra la Evoque e la Range Rover Sport, segna un cambiamento tecnologico dell'intero gruppo Jaguar

    – di Mario Cianflone

    • News24

    Benetton scende in pista per Ducati

    Oggi i Benetton potrebbero ridare il passaporto italiano al marchio Ducati (la fabbrica, anche sotto la proprietà di Audi, gruppo Vw, è sempre rimasta a Bologna). ... Pare che un pensierino alla Ducati lo abbia rifatto anche Andrea Bonomi che, con il fondo Investindustrial, è già stato proprietario del marchio bolognese; e fu proprio lui a venderlo ad Audi nel 2012 per 860 milioni.

    – di Simone Filippetti

    • News24

    Auto, big tedeschi sotto accusa: ipotesi «cartello»

    E' notizia di ieri, infine, che Audi (gruppo Vw) ha annunciato il richiamo di 850mila autovetture con motori diesel Euro 5 e Euro 6 per modificarli in modo da ridurne le emissioni. L'annuncio, che copre anche i modelli Porsche e Vw che montano gli stessi motori Audi, segue quello fatto questa settimana da Daimler e che riguarda 3 milioni di autovetture Mercedes.

    – Alessandro Merli

1-10 di 2667 risultati