Le parole chiave

Assimilazione

L'Imu restringe la nozione di abitazione principale rispetto all'Ici. Vengono meno anche molte possibilità di «assimilazione» che prima erano lasciate ai Comuni, come quella di tassare al pari della prima casa gli alloggi concessi in comodato ai parenti. Ora, al massimo, si può prevedere una riduzione d'imposta. Le uniche assimilazioni consentite dalla legge sono quelle per le case non locate di anziani e disabili ricoverati e residenti in istituti di cura, e quelle per le abitazioni degli italiani residenti all'estero e iscritti all'Aire, sempre a patto che le unità immobiliari non risultino affittate.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Assimilazione
    • News24

    Così l'agevolazione locale incrocia quella nazionale

    Se il Comune aveva disposto nel proprio regolamento comunale l'assimilazione all'abitazione principale dei fabbricati concessi in comodato, essa è da intendersi abrogata ex lege, e ciò anche nell'ipotesi in cui il Comune non abbia provveduto ad... Molti Comuni però nel 2015 avevano deciso di non disporre l'assimilazione, ma di concedere un'aliquota agevolata, che il Comune non ha potuto revocare per non violare il blocco agli aumenti delle aliquote, così come chiarito anche dal Mef nella...

    – di Pasquale Mirto

    • News24

    Imu e Tasi, in salvo la prima casa: pagano seconde case e altri immobili. Scopri quanto

    Scade il 16 giugno il termine per pagare l'acconto di Imu e Tasi, una sorta di "tax day" per tutti coloro che possiedono o utilizzano un immobile. Quest'anno occorre però considerare le novità introdotte dalla legge di Stabilità 2016, tra cui l'esonero dell'abitazione principale anche per la Tasi

    – di Giuseppe Debenedetto

    • News24

    Imu e Tasi verso un acconto ancora pieno di insidie

    L'esenzione di quasi 20 milioni di prime case allenta la pressione fiscale sul mattone, ma non elimina le insidie per il pagamento dell'acconto Imu e Tasi, in scadenza il prossimo 16 giugno.Per legge la prima rata - che è pari al 50% dell'imposta annua - va pagata facendo riferimento alle aliquote

    – Dario Aquaro

    • News24

    Tasi e Imu - Altre case, abitazione in comodato

    Sono eliminate le assimilazioni all'abitazione principale decise dai Comuni nel 2015. E' prevista un'agevolazione statale valida in tutti i Comuni che a certe condizioni riduce la base imponibile Imu e Tasi del 50 per cento.Resta la facoltà per il Comune di prevedere agevolazioni (Imu minima al 4,6

    • News24

    Tasi e Imu - Prime case, assimilazioni del Comune

    Il Comune può deliberare di assimilare all'abitazione principale la casa posseduta da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non sia locata. Se viene decisa l'assimilazione, si segue il regime

    • News24

    Gli orticelli (di pianura) e gli infiniti paradossi Imu

    Può accadere che un'interpretazione sulla applicazione di una norma di legge, magari con l'intento agevolativo, conduca invece a complicare gli adempimenti per i contribuenti e magari con scarsissimi risultati per il Fisco. E' quello che accade a seguito della risposta a un question time del 4

    – Gian Paolo Tosoni

    • News24

    Flat tax per le Pmi, una formula utile se riduce e semplifica il prelievo

    Il fisco può giocare un ruolo decisivo nel sostenere l'attività produttiva e d'impresa, o quanto meno nel non ostacolarla, come avviene spesso da noi nel perverso reticolo di vincoli burocratici ed eccesso di tassazione. L'idea di dar vita a una riedizione aggiornata della «flat tax» - che è una

    – Dino Pesole

    • News24

    L'ipoteca batte l'assegnazione

    L'ipoteca, se anteriore, prevale sull'assegnazione della casa coniugale. L'immobile può quindi essere fatto oggetto di procedura esecutiva e ceduto. Lo chiarisce la Corte di cassazione con la sentenza della Terza sezione civile n. 7776 depositata il 20 aprile 2016. E' stata così accolta

    – Giovanni Negri

    • News24

    Lo studio associato paga l'Irap

    Non sfuggono all'Irap gli studi professionali associati, neppure se strutturati in forma di società semplice, non essendo ammessi a dimostrare l'insussistenza di una autonoma organizzazione di per sé insita nella forma associativa con cui viene svolta l'attività professionale. E' sicuramente una

    – Giorgio Gavelli

1-10 di 328 risultati