Aziende

Giorgio Armani

Giorgio Armani Spa è una holding italiana attiva nel settore della moda. Il gruppo disegna, produce e distribuisce prodotti di moda, abiti, accessori, occhiali, orologi, gioielli, cosmetici, profumi, mobili e complementi d’arredo. Include inoltre tutti i marchi fondati o comprati dallo stilista, Presidente e Amministratore Delegato Giorgio Armani. La rete distributiva del gruppo è presente in 36 paesi e comprende 59 boutiques Giorgio Armani, 11 negozi Armani Collezioni, 122 negozi Emporio Armani, 71 negozi A/X Armani Exchange, 13 negozi AJ | Armani Jeans, 6 negozi Armani Junior, 1 negozio Giorgio Armani Accessori e 17 negozi Armani Casa in 37 Paesi nel mondo, oltre a quattro multi-concept store a Milano, Monaco di Baviera (Armani/Fünf-Höfe), Tokio (Armani/Ginza Tower) e Shangai (Armani/Three).

La società è nata nel 1975 a Milano, per volere di Giorgio Armani e Sergio Galeotti. Nel 1978 il gruppo ha fondato Giorgio Armani Corporation. Nell’80 lo stilista ha collaborato con la francese L'Oreal e nel 1987, ha attivato una joint venture con Itochu Corporation e Seibu Department Store, dando vita alla divisione nipponica Giorgio Armani Japan. L'anno successivo la società ha stabilito un accordo con Luxottica. Giorgio Armani Spa ha successivamente avviato una serie d’investimenti azionari che comprendono Intai (100%), Antinea (100%) e Simint (100%). Nel 2002 Giorgio Armani ha acquisito anche Deanna Spa e Guardi. Nel 2004 ha stretto accordi con la Emaar Properties. Dal 2008 Giorgio Armani Spa ha assunto la proprietà dell'80% delle quote societarie di Pallacanestro Olimpia Milano, sponsorizzata con il marchio Armani Jeans.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Giorgio Armani
    • News24

    Pressing eco da Gucci: «Stop alle pellicce»

    Ecco perché l'annuncio di Bizzarri che dalla collezione primavera-estate 2018 Gucci non utilizzerà più pellicce di animali potrebbe segnare una svolta: Giorgio Armani aveva annunciato la scelta fur free nel marzo 2016, ma non ci sono molti altri brand del lusso che abbiano messo al bando pelli e pellicce.

    – di Giulia Crivelli

    • News24

    Gucci dice addio alle pellicce animali

    Gucci, uno dei marchi del lusso italiano, più conosciuti al mondo, non è il primo a fare questa scelta ambientalista: nel marzo 2016 era stato Giorgio Armani ad annunciare una politica fur free per tutte le sue collezioni e forse ora altri grandi marchi seguiranno.

    – di Giulia Crivelli

    • News24

    La svolta espressionista di Armani: in passerella a Milano orli corti e tinte accese

    A sorpresa, è Giorgio Armani, il più misurato degli stilisti italiani, classicista indefesso per il quale il greige è una gamma infinita di toni e modi di essere, e l'idea che i vestiti possano urlare invece che sussurrare una vera eresia, a puntare sulle tinte accese ed espressive.

    – di Angelo Flaccavento

    • News24

    Silos di Giorgio Armani

    In attesa del museo della moda a Milano, l'esempio più strutturato di una vera e propria istituzione museale permanente è il Silos di Giorgio Armani che riapre il 20 settembre per la Milan Fashion Week.

    • News24

    Giorgio Armani: «Il mio successore? Non sarà per forza un italiano»

    Certamente non per Giorgio Armani, che su realismo e pragmatismo ha costruito un impero, ma che ai venti pauperisti del neorealismo pseudo-avanguardista che dilaga e che ci vorrebbe tutti vestiti come teppisti di periferia o gangster post-sovietici non vuol soccombere.

    – di Angelo Flaccavento

    • News24

    Alla Milano fashion week indotto tra economia e cultura

    Ad attirare i turisti, buyer e giornalisti in testa, le prime tre giornate di show: tra mercoledì e venerdì, giorni nei quali sfilano le collezioni di super big come Gucci, Prada, Fendi, Max Mara, Giorgio Armani e Versace, si concentra infatti il 50% dei ricavi alberghieri dell'inter a settimana.

    – di Marta Casadei

    • News24

    My Armani to go, il nuovo cushion di Armani

    Ispirato alle borse couture di Giorgio Armani, My Armani To Go The Cushion, unisce alla tecnologia del formato compatto, un pack elegantissimo e facile da usare. ... Iconico il pack, per la prima volta un fondotinta di Giorgio Armani ha un coperchio laccato di rosso, i contorni eleganti sono equilibrati da un uso grafico del nero e del rosso.

    • News24

    Arthur Arbesser nuovo direttore creativo di Fay

    Viennese, Arbesser si è laureato a Central Saint Martins di Londra, per poi approdare a Milano e collaborare per otto anni con Giorgio Armani.

    – di Redazione Moda24

1-10 di 787 risultati