Ultime notizie:

Antonio Larizza

    • News24

    Da Olivetti a Steve Jobs. L'Apple store? Nato nel '54 dal genio di Adriano

    Quando, nel 1954, Adriano Olivetti chiede agli architetti Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Rogers del noto studio B.B.P.R. di progettare un negozio al numero 584 della Fifth Avenue di New York, nel cuore del «blocco dei miliardi», tra la 44esima e la 45esima strada,

    – di Antonio Larizza

    • News24

    Dalla meccatronica alla pomozione rurale: Loccioni «adotta» la Valle di San Clemente

    Al centro della Valle di San Clemente, nel cuore della campagna marchigiana, a metà strada tra Jesi e Fabriano, sorge l'Abbazia di Sant'Urbano. Abbazia benedettina del secolo XI, che a fine '800 diventa casa colonica. A quei tempi il mezzadro è il nonno di Enrico Loccioni, oggi imprenditore alla

    – di Antonio Larizza

    • News24

    Guida autonoma, il primo test in Italia? Nel 1998 con una Thema

    Primo giugno 1998. Mattina presto. Una Lancia Thema color grigio antracite, con due vistose telecamere agli angoli del parabrezza, imbocca l'A1 al casello di Parma, per ripercorrere il tracciato della Mille Miglia. In sei giorni macinerà 1.860 km. Nulla di strano, se non fosse che per il 94% del

    – di Antonio Larizza

    • NovaOther

    L'autopilota aguzza la vista

    Correva l'anno 1998. Nel primo giorno di giugno, una Lancia Thema con due strane telecamere ai lati superiori del parabrezza parte da Parma per ripercorrere il percorso delle Mille Miglia. Dopo sei giorni, la missione è compiuta: sono stati coperti 1.860 km a una media di 123 Km/h. Nulla di eccezionale, se non fosse che per il 94% di quel tragitto la Thema guidò da sola, mentre il non-conducente supervisionava le operazioni e mostrava fiero ai giornalisti che seguivano il viaggio entrambe le man...

    – Antonio Larizza

    • News24

    Il lavoro ai tempi di Industria 4.0: ecco gli operai-robot

    Fatta l'industria 4.0, bisogna fare i suoi lavoratori: operai, tecnici e manager 4.0. Ogni rivoluzione industriale ha richiesto, per dare frutti, anche una mutazione della forza lavoro e del suo modo di pensare l'azienda, di partecipare alla produzione, di immaginare beni e servizi.

    – di Antonio Larizza

    • NovaOther

    La filiale riapre nella banca che non c'è

    La digitalizzazione delle banche causerà la chiusura delle filiali fisiche? E' possibile. I clienti dovranno  rassegnarsi a un servizio impersonale? Non necessariamente. Widiba, la banca multicanale del gruppo Mps, ha consegnato a un gruppo selezionato dei propri correntisti un visore 3D che permette di entrare  in una filiale virtuale dove, interagendo con gli occhi e con la voce, è possibile eseguire operazioni sul conto corrente. Assistiti da un umanoide. Il servizio si chiama "Widiba home" e...

    – Antonio Larizza

    • NovaOther

    L'incrocio tra auto autonoma e strade senza incidenti

    Auto senza pilota per strade senza incidenti. Quello che a prima vista sembrerebbe un paradosso, potrebbe diventare la soluzione. Gli stessi produttori di automobili, del resto, da tempo hanno connesso lo studio dell'auto totalmente autonoma all'obiettivo di strade senza vittime da incidenti stradali. Come fossero due facce della stessa medaglia. E come racconta l'esperienza della Svezia. Nel 1997 il parlamento svedese approvò un piano chiamato «Vision Zero», che aveva come obiettivo l'azzeramen...

    – Antonio Larizza

    • NovaOther

    L'internet delle strade

    L'auto intelligente ha bisogno di strade intelligenti. Entrambe hanno bisogno di un'infrastruttura capace di raccogliere ed elaborare i "big data" della mobilità, per poi scaricarli sull'asfalto traducendoli in più sicurezza per automobilisti e migliore gestione del traffico. Come? Attraverso stazioni di rilevamento montate su droni, in grado di raccogliere ogni bit di informazione che viene dalla strada per poi restituirlo agli automobilisti o alle autorità di soccorso, sia in situazioni ordina...

    – Antonio Larizza

    • News24

    Gas di scarico inalati in laboratorio: da almeno 50 anni la ricerca usa cavie umane

    A leggerla bene, la notizia che sta facendo tremare l'industria automobilistica tedesca è una non notizia. La pratica di far inalare a cavie umane dosi misurate di biossido di azoto (NO2), per poi valutarne gli effetti sull'organismo, è infatti una pratica consolidata tra i ricercatori. E anche

    – di Antonio Larizza

1-10 di 217 risultati