Ultime notizie:

Andrey Zvyagintsev

    • News24

    A Cannes trionfa la satira sociale (e Netflix è sconfitto)

    Alla fine ha avuto ragione il presidente della giuria Pedro Almodovar: i film di Netflix, "Okja" (favolone senza grandi originalità) di Bong Joon-ho e "The Meyerovitz stories" (graffiante commedia) di Noah Baumbach, non hanno avuto menzione nel Palmares, che è stato sorprendente, almeno per la

    – di Cristina Battocletti

    • Agora

    Cannes '70 trionfa la satira sociale. Niente Netflix nel palmares come voleva Almodovar

    Alla fine ha avuto ragione il presidente della giuria Pedro Almodovar, i film di Netflix, "Okja" (favolone senza grandi originalità) di Bong Joon-ho e "The Meyerovitz stories" (graffiante commedia) di Noah Baumbach, non hanno avuto menzione nel Palmares, che è stato sorprendente, almeno per la Palma d'oro. Ha vinto "The square" di Ruben Östlund che ha dileggiato il mondo dell'arte contemporanea e la benestante e senescente società occidentale. Östlund, che aveva già (e meglio) indagato la v...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    A Cannes trionfa «The Square» di Ruben Östlund

    La Palma d'oro va a Ruben Östlund: il regista svedese ha vinto il Festival di Cannes 2017 con «The Square», film che ha diviso la critica.Al centro c'è il personaggio di Christian, curatore di un museo d'arte contemporanea, divorziato e padre di due bambine. Un giorno viene derubato per strada e da

    – di Andrea Chimento

    • Agora

    I bambini infelici di Cannes: il film da palmares di Zvyagintsev e la fiaba retrò di Todd Haynes

    Da Cannes Zhenya (Maryana Spivak) e Boris (Alexei Rozin) non hanno più nulla da dirsi se non prendere accordi per vendere la casa, dove avevano vissuto come marito e moglie, e per l'affidamento del figlio dodicenne Alyosha (Matvey Novikov), che nessuno dei due vorrebbe tenere con sé. Andrey Zvyagintsev porta ancora la Russia a Cannes, anche se molto diversa da quella di ruvidezza ascetica di cui nutre il suo cinema e dove il regista è nato 53 anni fa (a Nosibirsk, nel distretto federale siberia...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    Una russia cinica e senza amore (anche verso i figli)

    Zhenya (Maryana Spivak) e Boris (Alexei Rozin) non hanno più nulla da dirsi, se non prendere accordi per vendere la casa, dove avevano vissuto come marito e moglie, e per l'affidamento del figlio dodicenne Alyosha (Matvey Novikov), che nessuno dei due vorrebbe tenere con sé. Andrey Zvyagintsev

    – di Cristina Battocletti

    • News24

    L'Italia approda a Cannes con il racconto di formazione «Sicilian Ghost Story»

    Mentre il concorso di Cannes entra nel vivo con «Wonderstruck» di Todd Haynes e «Loveless» di Andrey Zvyagintsev, lontano dai riflettori della competizione principale è stato presentato il primo film italiano in cartellone sulla Croisette: «Sicilian Ghost Story», opera seconda di Fabio Grassadonia

    – di Andrea Chimento

    • News24

    Italiani esclusi dal concorso per la Palma d'oro

    Si alza il sipario sul Festival di Cannes 2017: è stato svelato il ricchissimo cartellone della 70esima edizione della kermesse francese, in programma dal 17 al 28 maggio.

    – di Andrea Chimento

    • News24

    Colpisce lo svedese «Forza maggiore», una delle sorprese dell'anno

    Mentre si sta per alzare il sipario sul Festival di Cannes 2015 (in programma da mercoledì 13 a domenica 24 maggio), questo weekend arrivano nelle nostre sale due grandi protagonisti della scorsa edizione: lo svedese «Forza maggiore» di Ruben Östlund e il russo «Leviathan» di Andrey Zvyagintsev.A

    – Andrea Chimento

    • News24

    Nomination film straniero / Leviathan di Andrey Zvyagintsev (Russia)

    Ambientato in una cittadina isolata presso il Mare di Barents, «Leviathan» racconta di un uomo come tanti che si trova a dover combattere contro il potere locale: il sindaco vuole sottrargli la casa e la terra e lui è costretto a rivolgersi a un suo amico avvocato di Mosca. E' una riflessione

1-10 di 19 risultati