Ultime notizie:

Andrej Zvjagincev

    • Agora

    Il Sudamerica degli umiliati e offesi nel bel film di Acevedo: l'ombra del sentimento strozzata dallo zucchero

    Copre ogni cosa la polvere di In un Mondo fragile di CÚsar Augusto Acevedo. Non Ŕ mai generosa, che sia quella bianca che si alza da una strada di campagna o quella che cade dal cielo, come trucioli d'ebano, residuo dell'incenerimento di coltivazioni intensive della canna da zucchero. Penetra ovunque e malamente anche nei polmoni del giovane Gerardo (Edison Raigosa), al punto da costringere un padre, da lungo tempo lontano, a tornare per raccoglierne forse gli ultimi respiri. Siamo in un Paese...

    – Cristina Battocletti