Ultime notizie:

Andrea Cortellessa

    • News24

    Indizi preziosi per il Mistero Federer

    Lo devo ammettere: quando pubblicava le pagine oggi classiche di Roger Federer come esperienza religiosa, nel 2006, anch'io ho pensato che David Foster Wallace l'avesse sparata grossa. Dodici anni dopo, il meno che si possa dire è che il compianto DFW avesse, fra le sue molte virtù, anche quella

    – di Andrea Cortellessa

    • News24

    Giuliano Briganti, le meraviglie del disincanto

    In pochi si sono ricordati dei cent'anni dalla nascita di uno dei nostri maggiori critici e storici dell'arte, Giuliano Briganti. Che nacque, a Roma, appunto il 2 gennaio 1918. Non se n'è dimenticata per fortuna la Repubblica: che dalla sua fondazione, all'inizio del '76, sino alla morte di

    – di Andrea Cortellessa

    • News24

    Addio a Francesco Leonetti, voce inconfondibile

    Si è spento nella notte fra sabato e domenica, nella casa di riposo milanese dove aveva trascorso gli ultimi anni, Francesco Leonetti; aveva 93 anni. Nato a Cosenza nel 1924, dopo la guerra (che lo vide al fronte, sul Liri, e gli lasciò l'udito devastato dallo shell-shock) si trasferì a Bologna,

    – di Andrea Cortellessa

    • News24

    E' morto Alessandro Leogrande, con le sue inchieste faceva letteratura

    Di Alessandro Leogrande - morto ieri, d'improvviso, all'età inaccettabile di quarant'anni, di ritorno dall'Argentina dove aveva condotto l'ennesima inchiesta - è difficile in questo momento da spegnere, nella memoria, il sorriso. Il sorriso, in chi fa il nostro mestiere, è spesso di circostanza;

    – di Andrea Cortellessa

    • News24

    Le testimonianze degli scrittori

    Una grande stagione di studi ha disseppellito la scrittura dei soldati semplici, che della guerra mostra una verità non mediata dalla letteratura: come fa il siciliano Vincenzo Rabito nel suo esplosivo Terra matta. Un'autenticità che si contrappone alle tante pagine, scivolose nella loro ambiguità,

    – di Andrea Cortellessa

    • News24

    Paesaggi di guerra

    Tra gli equivoci del postmodernismo, uno dei più influenti è stato l'interpretazione del cosiddetto spatial turn quale sostituzione della geografia alla storia. Se le «grandi narrazioni» della modernità avevano peccato di uno storicismo progressivo, il tempo a seguire avrebbe rappresentato i

    – di Andrea Cortellessa

    • News24

    Paesaggi di guerra

    Tra gli equivoci del postmodernismo, uno dei più influenti è stato l'interpretazione del cosiddetto spatial turn quale sostituzione della geografia alla storia. Se le «grandi narrazioni» della modernità avevano peccato di uno storicismo progressivo, il tempo a seguire avrebbe rappresentato i

    – Andrea Cortellessa

    • News24

    La camera oscura delle parole

    Era inquieto, Manganelli: da dirimere c'era una grave questione. Alla prima occasione prese da parte Mario Bortolotto e gli chiese di dire lui una parola definitiva: era più brutto lui o Sanguineti? Il musicologo lo tranquillizzò: «che c'entra, tu non sei antropomorfo». Quella dell'antropomorfismo

    – di Andrea Cortellessa

    • News24

    Un matto al giorno...

    Gli idioti di Cavazzoni vengono da lontano. Non solo perché il libro pubblicato ora da Guanda riproduce quello uscito da Feltrinelli nel '94; non solo perché frammenti ne erano stati anticipati tra la fine degli Ottanta e l'inizio dei Novanta - all'indomani dunque dell'esordio di Cavazzoni col

    – di Andrea Cortellessa

1-10 di 32 risultati