Aziende

Amplifon

Amplifon è un’azienda che opera nel settore degli apparecchi acustici: fondata a Milano nel 1950 da Algernon Charles Holland, è quotata in borsadal 2001.

Attiva nella distribuzione di sistemi uditivi (i cosiddetti apparecchi acustici) e nel loro adattamento e personalizzazione alle esigenze dei pazienti, Amplifon ha da tempo ampliato il suo mercato anche in due altri business collaterali. Il primo, collegato all’attività principale, è rappresentato dallo sviluppo, dalla produzione e dalla commercializzazione di strumentazione otologica e di accessori per l’udito, mentre il secondo è rappresentato dalla distribuzione di apparecchiature diagnostiche e biomedicali in aree cliniche differenti. La leadership di mercato di Amplifon in Italia è nata negli anni Sessanta, quando l’azienda ha sviluppato una vasta rete di punti vendita in tutte le regioni italiane. In quel periodo la notorietà dell’azienda è tale che il termine Amplifon viene spesso usato, nella lingua comune, come sinonimo di apparecchio acustico. Nel 1971 la società ha istituito il Centro Ricerche e Studi Amplifon e, allo stesso tempo, il premio Internazionale Crs, considerato come il più importante nella ricerca sull’udito.

Dagli anni Novanta, con il rinnovamento del management, Amplifon ha puntato a essere sempre più una società di servizi che, attorno all’apparecchio acustico, ha sviluppato e commercializzato servizi esclusivi di personalizzazione e di assistenza. Sempre all’avanguardia nella ricerca di soluzioni ai problemi di sordità, Amplifon, nel 1996, ha introdotto in Italia il primo apparecchio acustico completamente digitale che ha unito alle dimensioni molto ridotte una qualità sonora ad altissima definizione.

Amplifon opera in 22 Paesi e detiene (dati 2016) il 9% della quota di mercato mondiale delle soluzioni per l'udito.
Nel primo semestre del 2016 Amplifon ha realizzato un giro d'affari di 544,21 milioni di euro.

Ultimo aggiornamento 16 novembre 2016

Ultime notizie su Amplifon
    • NovaCento

    La Customer Experience nell'era delle Platfirm

    "Non c'e? dubbio che, mentre ci avviciniamo a completare la seconda decade del ventunesimo secolo, ci troviamo in una nuova era del marketing e del business. Per la nostra amata pratica di marketing - il mix di arte e scienza - e? un Rinascimento. E a chi guardare per ispirazione su questo equilibrio piu? che all'artista italiano che lo ha personificato: Michelangelo? In merito alla scultura, Michelangelo una volta disse: "Ho visto l'angelo nel marmo e l'ho scolpito fino a liberarlo". In pr...

    – Marco Minghetti

    • News24

    Quanto sono trasparenti le aziende italiane?

    Quanto sono trasparenti le aziende italiane nella loro comunicazione digitale? Quanto, cioè, sono in grado di rispondere alle richieste di informazioni che arrivano dal mercato? Poco, verrebbe da dire, se si pensa che solo una su tre ha superato lo stress test realizzato da Lundquist, società di

    – di Riccardo Saporiti

    • News24

    Quanto sono trasparenti le aziende italiane?

    Quanto sono trasparenti le aziende italiane nella loro comunicazione digitale? Quanto, cioè, sono in grado di rispondere alle richieste di informazioni che arrivano dal mercato? Poco, verrebbe da dire, se si pensa che solo una su tre ha superato lo stress test realizzato da Lundquist, società di

    – di Riccardo Saporiti

    • News24

    Draghi dà la carica all'Europa, Milano +1,64% con le banche

    La Banca centrale europea ha dato la carica alle Borse continentali (guarda qui gli indici) e anche Wall Street ha chiuso nuovamente in territorio positivo. L'istituto centrale ha confermato acquisti di asset al ritmo di 80 miliardi al mese fino al marzo 2017 e ha inoltre annunciato un'ulteriore

    – di Eleonora Micheli

    • News24

    Analisti, vero test sarà il nuovo governo. Rischio elevato per Mps

    Niente shock da referendum, poiché le Borse avevano già scontato lo scenario di vittoria del «No», ma il focus si è spostato sulla fase post Renzi e sulle mosse del presidente della Repubblica per arrivare alla formazione di un nuovo governo. La grande incognita è invece la ricapitalizzazione e il

    – di Andrea Fontana e Giuliana Licini

    • NovaOther

    Quanto sono trasparenti le aziende italiane?

    Quanto sono trasparenti le aziende italiane nella loro comunicazione digitale? Quanto, cioè, sono in grado di rispondere alle richieste di informazioni che arrivano dal mercato? Poco, verrebbe da dire, se si pensa che solo una su tre ha superato lo stress test realizzato da Lundquist, società di consulenza nella comunicazione corporate, e confluito nella 15sima edizione italiana del rapporto Webranking. Uno studio realizzato a partire dalle esigenze di 460 stakeholder che hanno risposto ad un q...

    – Riccardo Saporiti

    • News24

    Sole 24 Ore: Franco Moscetti nuovo amministratore delegato

    Si è riunito oggi a Milano, sotto la presidenza di Giorgio Fossa, il consiglio di amministrazione del Sole 24 Ore Spa che ha cooptato quale amministratore Franco Moscetti con effetto dalla data odierna, in sostituzione dell'amministratore non esecutivo e non indipendente Francesca Di Girolamo,

    • Econopoly

    Il testamento di Caprotti e "questo Paese cattolico" che "non tollera il successo"

    Nessuno è tanto ricco da potersi ricomprare il passato (Oscar Wilde, cit.) Il testamento di Bernardo Caprotti, formidabile imprenditore, scomparso settimana scorsa, è tutto da leggere, perché rappresenta il pensiero di un uomo di successo, che al termine di una vita intensissima, prende congedo dal mondo, dalla famiglia, dagli affetti, dalla sua amata Esselunga. Caprotti, che ha avuto in vita dei terribili scontri familiari che i figli di primo letto - Giuseppe e Violetta - è riuscito a combin...

    – Beniamino Piccone

1-10 di 110 risultati