Aziende

Amplifon

Amplifon è un’azienda che opera nel settore degli apparecchi acustici: fondata a Milano nel 1950 da Algernon Charles Holland, è quotata in borsadal 2001.

Attiva nella distribuzione di sistemi uditivi (i cosiddetti apparecchi acustici) e nel loro adattamento e personalizzazione alle esigenze dei pazienti, Amplifon ha da tempo ampliato il suo mercato anche in due altri business collaterali. Il primo, collegato all’attività principale, è rappresentato dallo sviluppo, dalla produzione e dalla commercializzazione di strumentazione otologica e di accessori per l’udito, mentre il secondo è rappresentato dalla distribuzione di apparecchiature diagnostiche e biomedicali in aree cliniche differenti. La leadership di mercato di Amplifon in Italia è nata negli anni Sessanta, quando l’azienda ha sviluppato una vasta rete di punti vendita in tutte le regioni italiane. In quel periodo la notorietà dell’azienda è tale che il termine Amplifon viene spesso usato, nella lingua comune, come sinonimo di apparecchio acustico. Nel 1971 la società ha istituito il Centro Ricerche e Studi Amplifon e, allo stesso tempo, il premio Internazionale Crs, considerato come il più importante nella ricerca sull’udito.

Dagli anni Novanta, con il rinnovamento del management, Amplifon ha puntato a essere sempre più una società di servizi che, attorno all’apparecchio acustico, ha sviluppato e commercializzato servizi esclusivi di personalizzazione e di assistenza. Sempre all’avanguardia nella ricerca di soluzioni ai problemi di sordità, Amplifon, nel 1996, ha introdotto in Italia il primo apparecchio acustico completamente digitale che ha unito alle dimensioni molto ridotte una qualità sonora ad altissima definizione.

Amplifon opera in 22 Paesi e detiene (dati 2016) il 9% della quota di mercato mondiale delle soluzioni per l'udito.
Nel primo semestre del 2016 Amplifon ha realizzato un giro d'affari di 544,21 milioni di euro.

Ultimo aggiornamento 16 novembre 2016

Ultime notizie su Amplifon
    • News24

    Facebook affonda i titoli tech a Wall Street. Rimbalzo delle Borse europee

    Seduta positiva per le Borse europee, anche se al di sotto dei massimi di giornata, mentre Facebook trascina al ribasso i titoli hi-tech e tutta Wall Street. Milano ha finito in aumento dello 0,9%, Parigi dello 0,98% e Madrid dell'1%, ma le migliori sono state Francoforte (+1,56%) e Londra

    – di E. Micheli e S. Arcudi

    • News24

    In 15 anni le small cap battono tutti: valore triplicato per l'indice Star

    «Piccolo è bello» era il motto dell'Italia degli Anni '90, quella del NordEst che trainava il paese. Poi, "Piccolo" non è stato più bello: era iniziata l'era dei colossi e delle mega-multinazionali. Adesso, invece, sta a vedere che «Piccolo è (di nuovo) bello»: le Pmi di Piazza Affari sono state

    – di Simone Filippetti

    • News24

    Genetica e robotica, gli ingegneri jolly per il biomedicale

    AMPLIFONPosizioni aperte: 130Dopo aver inserito nel 2017 circa 100 persone tra field e back office, Amplifon nel 2018 cresce ancora specialmente nelle regioni del Nord Est, in Emilia Romagna, Campania, Puglia e Sicilia.Figure cercate: 70 audioprotesisti, 40 responsabili relazione con i clienti, 20

    – di Daniele Cesarini e Adriano Lovera

    • News24

    La diversity premia i titoli in Borsa

    In Borsa contano le performance. Lo sanno bene gli investitori. E la misurabilità di alcuni parametri di certo aiuta. Va in questa direzione l'indice Diversity & Inclusion elaborato da Thomson Reuters a livello mondiale, che evidenzia come le società con un "voto" maggiore, abbiano poi performance

    – Monica D'Ascenzo

    • News24

    «La corsa va oltre il Qe: rischio-Borsa esagerato»

    La riforma fiscale di Donald Trump, la discesa verticale del dollaro sull'euro, l'incertezza sui tempi del rientro alla normalità delle politiche monetarie, lo stallo nei negoziati sulla Brexit e - come se tutto ciò non bastasse - il possibile ritorno di un «caso Italia» sui radar dei mercati

    – Alessandro Plateroti

    • News24

    A Piazza Affari è corsa ai collocamenti

    Dal minimo segnato il 26 giugno del 2016 il Ftse Mib è cresciuto del 56%, solo nell'ultimo anno ha guadagnato quasi il 22%. Una performance straordinaria che ha certamente dato impulso alla volontà di imprenditori e società di capitalizzare parte dei guadagni incamerati. Tanto che negli ultimi

    – di Laura Galvagni e Marigia Mangano

    • News24

    A Piazza Affari è corsa ai collocamenti

    Dal minimo segnato il 26 giugno del 2016 il Ftse Mib è cresciuto del 56%, solo nell'ultimo anno ha guadagnato quasi il 22%. Una performance straordinaria che ha certamente dato impulso alla volontà di imprenditori e società di capitalizzare parte dei guadagni incamerati. Tanto che negli ultimi

    – Marigia Mangano

    • NovaCento

    La Customer Experience nell'era delle Platfirm

    "Non c'e? dubbio che, mentre ci avviciniamo a completare la seconda decade del ventunesimo secolo, ci troviamo in una nuova era del marketing e del business. Per la nostra amata pratica di marketing - il mix di arte e scienza - e? un Rinascimento. E a chi guardare per ispirazione su questo equilibrio piu? che all'artista italiano che lo ha personificato: Michelangelo? In merito alla scultura, Michelangelo una volta disse: "Ho visto l'angelo nel marmo e l'ho scolpito fino a liberarlo". In pr...

    – Marco Minghetti

1-10 di 117 risultati