Persone

Amartya Sen

Amartya Kumar Sen è nato il 3 novembre del 1933 a Santiniketan (in Bengala) ed è un economista e filosofo indiano, vincitore nel 1998 del Premio Nobel per l'economia.

Ha ottenuto incarichi di docenza presso l'università di Calcutta, il Trinity College di Cambridge, poi a Nuova Delhi, alla London School of Economics, ad Oxford e successivamente all'Università di Harvard.

È autore di numerosissime opere, delle quali meritano sicuramente di essere ricordate «Collective Choice and Social Welfare» (1971), «On Economic Inequality» (1973), «Commodities and Capabilities» (1985), «Etica ed Economia» (1987), «Inequality Reexamined» (1992), «Lo sviluppo è libertà» (1999), «Globalizzazione e libertà» (2002).

«Razionalità e libertà» (2005), «L'idea di giustizia» (2010),«La misura sbagliata delle nostre vite. Perché il PIL non basta più per valutare benessere e progresso sociale» (2013).

Partendo da un esame critico dell'economia del benessere, Sen ha sviluppato un approccio radicalmente nuovo alla teoria dell'eguaglianza e delle libertà. Nel saggio "Lo sviluppo è libertà", Sen ha osservato come il livello di reddito, solitamente ritenuto l'indicatore preponderante nella misurazione del benessere di una comunità, non sia in grado di misurare aspetti decisivi per la qualità di vita di una popolazione, quali "la libertà di vivere a lungo, la capacità di sottrarsi a malattie evitabili, la possibilità di trovare un impiego decente oppure di vivere in una comunità pacifica e libera dal crimine".

Amartya Kumar Sen è stato insignito di diverse onoreficienze sia di carattere nazionale (India) quali il Bharat Ratna (1999) che internazionale, quali il titolo di Membro Onorario dell'Ordine dei Compagni d'Onore (Regno Unito, maggio 2000) e la Laurea honoris causa in Economia, politica ed istituzioni internazionali (Università di Pavia, 2005).

Sen si è sposato tre volte. Dal primo matrimonio con Nabaneeta Dev Sen, scrittrice, sono nate due figlie, Antara e Nandana, dal secondo matrimonio con Eva Colorni, sono nati i figli Indrani e Kabir, infine in terze nozze ha sposato l'attuale moglie, Emma Georgina Rothschild.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Scuola e Università | Amartya Kumar Sen | India | Trinity College | Emma Georgina Rothschild | Gran Bretagna | Harvard | Eva Colorni | Collective Choice | Nabaneeta Dev Sen |

Ultime notizie su Amartya Sen

    La povertà è un equivoco della democrazia?

    Se si vuole davvero capire il fenomeno della povertà e della sua definizione reale, si studino, per esempio, i lavori di Amartya Sen, secondo il quale la povertà ha inizio nella privazione di libertà, e non ci si lasci confondere dall'accapponarsi della pelle: dura poco e non ha significato!

    – Francesco Mercadante

    Generosità e riconoscimento ai tempi della Rete

    Una breve riflessione - al termine della quale potrete leggere un vecchio contributo e, come sempre, riferimenti bibliografici - su questioni che reputo importanti, profondamente indicative della qualità degli spazi relazionali e comunicativi. E - sia chiaro, almeno per chi scrive - la "colpa", come per altre tematiche, non è del web e/o dei social. Le questioni e le ragioni legate alla statica ed alla dinamica dei gruppi e dei sistemi sociali sono più profonde e complesse. Affondano nei corpi s...

    – Piero Dominici

    La rivoluzione parte dalle altre discipline

    L'economista «deve essere in un certo modo matematico, storico, statista, filosofo; maneggiare simboli e parlare in vocaboli; toccare astratto e concreto con lo stesso colpo d'ala del pensiero».

    – di Fabrizio Galimberti

    Nel barometro Cisl le tracce profonde della recessione sulle regioni

    La congiuntura può essere oggetto di analisi guardando l'evoluzione dei fenomeni socio-economici da angolazioni diverse. Probabilmente il punto di vista di un sindacato non può coincidere del tutto con quello di chi guida un'impresa o da quello di chi opera nei mercati finanziari. Le variabili di riferimento possono essere diverse: uno sguardo attento alle misure della coesione sociale, delle diseguaglianze e, naturalmente, alle condizioni del mercato del lavoro, caratterizza le analisi del Baro...

    – Econopoly

    E' ora di riparare i guasti dell'egoismo razionale

    Si dice che l'economia abbia fondato la fortuna dei suoi teoremi sull'ipotesi di comportamento razionale (massimizzante) e auto-interessato (egoista). Inizialmente, con Adam Smith, l'ipotesi non aveva pretese descrittive, ma era destinata a mostrare come nel mercato potessero realizzarsi scambi

    – di Andrea Boitani

    Tornare a una scienza morale e sociale

    Gli studi sui limiti cognitivi del comportamento umano in campo economico, per cui Richard Thaler ha ricevuto il premio Nobel per l'economia, si inscrivono in un ricco filone di ricerche che da tempo tentano di allentare e/o di superare alcune aporie del paradigma neoclassico, racchiuse nella

    – di Laura Pennacchi

    Visioni meno riduzioniste di persone e valori

    Il Nobel a Thaler è un buon segnale sulla via che ci porta oltre l'homo oeconomicus (l'individuo razionale e massimizzante la cui soddisfazione dipende unicamente dalla crescita dei propri consumi o dotazioni di reddito/ricchezza).

    – di Leonardo Becchetti

    #Merci

    H anno trasformato il lavoro degli altri in titoli di borsa, i campi della terra in rendita, e tutti i valori reali della vita umana, l'arte, l'amore , l'amicizia, in merci da comprare e intascare .

    – Gianfranco Ravasi

    I 150 anni del «Capitale» e l'equilibrio economico generale

    (nella foto, dedica di Karl Marx a Johann Eccarius, segretario generale della prima Internazionale: da una copia del 1867 del Capitale attualmente in vendita a Vienna, presso Antiquariat Inlibris Gilhofer Nfg, a 1.500.000 euro) Quell'odore di zolfo Era il 14 settembre 1867. Un editore di Amburgo, in Germania, pubblica un ponderoso testo di economia: Das Kapital, il Capitale, scritto da Karl Marx. Era il primo volume, l'unico completato dall'autore: gli altri due - o tre se si compre...

    – Riccardo Sorrentino

    Flat tax, prima di tutto serve innovare istituzioni e classe dirigente

    Partendo dal dibattito avviato dalla proposta dell'Istituto Bruno Leoni con l'articolo di Nicola Rossi sul Sole 24 Ore, proviamo a fare qualche riflessione. Il ruolo dell'economia politica, in maniera particolare con riferimento alla branca della scienza delle finanze, si sviluppa nell'infinito dibattito connesso all'irrisolto dilemma tra il concetto di efficienza ed equità. Le scelte di politica economica sono per l'appunto una scelta su quale lato della bilancia voler pendere. Società caratt...

    – Pasquale Merella

1-10 di 187 risultati