Ultime notizie:

Alto commissariato delle nazioni unite per i rifugiati

    • Info Data

    Migranti: la tragedia dei morti nel Mediterraneo

    Secondo le stime più attendibili dell''Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiat (Unhcr) e Iom  (Organizzazione mondiale per le migrazioni) dal 2014 ad oggi sono più di 15mila i migranti che hanno perso la vita in mare. Già nel 2014 l'Agenzia Onu per i rifugiati aveva definito la traversata del Mar Mediterraneo la "strada più mortale del mondo": infatti da allora le stragi in mare sono continuate e hanno raggiunto la cifra più alta nell'anno 2016 con oltre 5mila tra morti e dispers...

    – Infodata

    • News24

    Il futuro dei rifugiati passa dall'istruzione

    Dei 17,2 milioni di persone che l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati è responsabile di proteggere, circa la metà hanno meno di 18 anni: una generazione di giovani, già defraudata della propria infanzia, rischia di non avere neanche un futuro.

    – di Filippo Grandi

    • News24

    Libia, Alfano: «L'Italia all'Onu spingerà per il ritorno di Oim e Unhcr»

    L'Italia preme per accelerare il ritorno in Libia delle oganizzazioni umanitarie, a cominciare da Unhcr (l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati) e Oim (Organizzazione internazionale per le migrazioni), così da garantire il rispetto dei diritti umani nei centri di detenzione dei

    – di Andrea Carli

    • News24

    Migranti: Msf, sospende temporaneamente attività

    Msf sospende "temporaneamente" l'attività davanti alla Libia. Lo comunica la Ong sottolineando che la sospensione segue la decisione della Libia di istituireuna zona Sar, «limitando l'accesso delle Ong in acque internazionali» e ad un «rischio sicurezza» segnalato dal Mrcc ( Centro di Coordinamento

    – di Redazione Online

    • Info Data

    Emergenza migranti: cosa è accaduto in Italia nei primi sei mesi dell'anno

    Tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2017, 83487 persone sono arrivate nel nostro paese attraverso il mar Mediterraneo. Numeri che raccontano un aumento del 16% rispetto agli arrivi via mare nello stesso periodo dello scorso anno, 72089. Questo quanto emerge dai dati del'UNHCR, l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (United Nations High Commissioner for Refugees), ovvero l'Agenzia delle Nazioni Unite specializzata nella gestione dei rifugiati. I numeri del 2017 superano quelli del...

    – Filippo Mastroianni

    • Info Data

    Più di 180mila immigrati irregolari sulle coste italiane. I numeri

    Citando i dati dell'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, l'Ocse afferma nel suo ultimo rapporto sulle migrazioni internazionali che nel 2016 "più di 180mila immigrati irregolari sono arrivati sulle coste italiane". Un aumento del 18% rispetto all'anno precedente. Tra i principali paesi d'origine, l'organizzazione indica la Nigeria, l'Eritrea e la Guinea. Nello stesso anno l'Italia ha ricevuto più di 120mila richieste di asilo, il 47% in più del 2015. Il 5% dei richiedenti ha o...

    – Infodata

    • Info Data

    Emergenza migranti: in Italia più di 180mila irregolari nel 2016

    Citando i dati dell'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, l'Ocse afferma nel suo ultimo rapporto sulle migrazioni internazionali che nel 2016 "più di 180mila immigrati irregolari sono arrivati sulle coste italiane". Un aumento del 18% rispetto all'anno precedente. Tra i principali paesi d'origine, l'organizzazione indica la Nigeria, l'Eritrea e la Guinea. Nello stesso anno l'Italia ha ricevuto più di 120mila richieste di asilo, il 47% in più del 2015. Il 5% dei richiedenti ha o...

    – Infodata

    • News24

    Migranti, gli hotspot italiani nel mirino dell'Ocse

    Alla fine del 2016, appena il 29% delle persone arrivate in Italia per mare sono passate dai 4 hotspot, i centri post-sbarco voluti dall'Unione Europea (Lampedusa, Pozzallo, Taranto e Trapani) dove gli stranieri, una volta arrivati nei porti italiani, sono assistiti e svolgono le procedure di

    – di Andrea Carli

    • News24

    Il ritorno tragico delle frontiere al Forte di Bard, con gli scatti di Paolo Pellegrin

    Il tempo delle frontiere, che, dopo la caduta del muro di Berlino sembrava volgere al termine, è più che mai presente. Lo testimoniano i nuovi muri costruiti e quelli annunciati in numero crescente, mentre un esodo è in corso dall'Africa verso l'Europa. La ricerca di senso e futuro interroga il

    – di Alberto Annicchiarico

1-10 di 97 risultati