Persone

Altero Matteoli

Altero Matteoli è nato l' 8 settembre del 1940 a Cecina (LI) è stato Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti nel governo Berlusconi IV dal 2008 al Novembre 2011 ed è stato, dal 2006 al 2011, sindaco del Comune di Ortobello (GR).

Deputato ininterrottamente dal 1983 fino al 2005, Altero Matteoli ha ricoperto diversi ruoli all’interno della sua lunga attività parlamentare, tra i quali quello di membro della Commissione Antimafia e della Commissione d'inchiesta sulla P2.

Durante il primo governo Berlusconi, nel 1994, Altero Matteoli è stato Ministro dell'Ambiente, carica nuovamente ricoperta dal 2001 al 2006 sempre sotto la presidenza del consiglio del Cavaliere.

Alle elezioni del 2006 viene eletto in Senato e nominato capogruppo a Palazzo Madama di Alleanza Nazionale, partito al quale ha aderito fin dalla sua nascita nel 1995 e nel quale è stato membro dell’esecutivo politico, oltre che coordinatore regionale per la Toscana.

Nel 2006 è insignito della laurea honoris causa in Ingegneria per l'Ambiente ed il Territorio dall'Università di Perugia.

Il 16 novembre del 2013, in seguito alla sospensione delle attività del Popolo delle Libertà, aderisce a Forza Italia ed il 24 marzo del 2014 ne diventa membro del Comitato di Presidenza.

E' stato coinvolto in diversi procedimenti giudiziari, nel 2014 il suo nome figura tra i 100 indagati dalla Procura di Venezia, per l'inchiesta sul MOSE.

Matteoli è sposato con Ginevra Giannetti ed ha due figli, Federico e Federica.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Altero Matteoli
    • News24

    Crollo cavalcavia, Salvini: «Indegno di un Paese civile»

    In apertura dei lavori del seminario "Rappresentanza e partecipazione», il presidente di Palazzo Madama Pietro Grasso ha chiesto un minuto di silenzio in ricordo delle persone che hanno perso la vita oggi nel crollo del ponte autostradale della A14. Il cavalcavia dell'autostrada A14, nella zona di

    • Agora

    La dottrina Maroni e il lodo Zaia

    Il futuro del centrodestra è appeso alla dottrina Maroni e al Lodo Zaia. Andiamo con ordine. I centrodestra oggi in realtà sono due. Il primo è il fronte sovranista composto da Lega di Matteo Salvini, Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni e Direzione Italia di Raffaelle Fitto. Il secondo è il fronte moderato composto da Forza Italia di Silvio Berlusconi ed Energia per l'Italia di Stefano Parisi. Nei paraggi, ma dall'altra parte della barricata, c'è il Nuovo centrodestra di Angelino Alfano. Mentre...

    – Daniele Bellasio

    • News24

    Rai: stop al piano news, si dimette Verdelli

    Carlo Verdelli, direttore dell'Informazione Rai, annuncia le proprie dimissioni dopo che il cda ne "boccia" sostanzialmente il Piano editoriale, senza metterlo ai voti, evitando la bocciatura formale.

    – di Marco Mele

    • News24

    Se il corruttore svela gli ingranaggi della corruzione

    La corruzione è «un male gravissimo della nostra società che inquina le fondamenta del vivere civile» e che va «combattuto senza equivoci o timidezze» attraverso «una grande alleanza tra tutti gli strati della società, dalla scuola al mondo economico, dai corpi intermedi alle istituzioni locali».

    – di Stefano Natoli

    • News24

    Ponte sullo Stretto, la storia infinita di un'opera da 5,2 miliardi

    Il ponte di Messina «sarebbe una grande vetrina per le imprese italiane». Così Pietro Salini, amministratore delegato di Salini Impregilo, numero uno delle costruzioni in Italia e titolare di maggioranza del consorzio Eurolink per la realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina, nel 2015

    – di Alessandro Arona

    • News24

    Fiocco rosa per Giorgia Meloni: è nata Ginevra

    Giorgia Meloni è diventata mamma. Questa notte è infatti nata Ginevra, la primogenita della presidente di Fratelli d'Italia. L'annuncio è giunto via Facebook. «Mamma Giorgia e papà Andrea annunciano la nascita di Ginevra», ha scritto la stessa Meloni dal suo profilo Facebook, corredando l'annuncio

    • News24

    Ambasciatore Usa: il «no» passo indietro. Di Maio duro (con gaffe)

    Se al referendum sulla riforma della Costituzione vincessero i "No" l'Italia farebbe «un grosso passo indietro». Lo ha detto l'ambasciatore Usa a Roma, John R. Phillips, annunciando così il suo endorsement a favore del referendum sulle riforme.

    • News24

    «Risarcimenti a tutti i danneggiati dal sisma»

    Emergenza gestita in maniera ottimale, con lodi bipartisan e senza eccezioni al lavoro della Protezione civile guidata da Fabrizio Curcio, e l'impegno - assicurato dal sottosegretario alla Presidenza del consiglio Claudio De Vincenti - a risarcire tutti quelli che hanno avuto danni. Una

    – Massimo Frontera

1-10 di 799 risultati