Persone

Alexander Van der Bellen

Alexander Van der Bellen è nato il 18 gennaio del 1944 a Vienna ed è un economista ed esponente polito del partito dei Verdi, neo Presidente dell'Austria eletto il 23 maggio del 2016 e confermato il 4 dicembre.

Figlio di genitori entrambi profughi dall'Unione Sovietica, ha ottenuto la cittadinanza austriaca nel 1958 e nel 1962 si è diplomato presso il liceo umanistico Akademisches Gymnasium di Innsbruck.

Successivamente ha studiato economia presso l'Università di Innsbruck, dove nel 1970 ha conseguito il dottorato di ricerca.

Assistente universitario prima presso 'Istituto di Economia Pubblica dell'Università di Innsbruck e poi presso l'Istituto Internazionale di Management di Berlino, nel 1976 è stato nominato, sempre presso l'Università di Innsbruck, professore straordinario.

Ha iniziato la sua carriera politica nelle fila del Partito Socialdemocratico austriaco, per poi essere eletto nel 1994, col partito dei Verdi, membro del Consiglio nazionale austriaco.

Assessore per l'Università e la ricerca della citta di Vienna, nel 2012 è entrato nel consiglio comunale di Vienna.

Candidatosi nel 2016 alle elezioni presidenziali austriache con l'appoggio del partito dei Verdi, ha ottenuto al primo turno elettorale del 24 aprile il 21,3% dei voti per poi risultare vicente al ballottagio del 22 maggio contro Norbert Hofer candidato del Partito della Libertà Austriaco.

Van der Bellen è sposato dal 2015 in seconde nozze con Doris Schmidauer ed è padre di due figli, nati dal primo matrimonio.

Ultimo aggiornamento 06 dicembre 2016

Ultime notizie su Alexander Van der Bellen
    • News24

    Austria al voto anticipato, il dopo Macron non ferma le scosse in Europa

    L'Austria andrà al voto aniticipato in autunno. La piccola repubblica alpina vedrà dunque una calda estate con una campagna elettorale incentrata probabilmente sulle conseguenze del forte afflusso di profughi e dell'elevata quota di immigrati nel mondo del lavoro, percentuali entrambe alte rispetto

    – di Vittorio Da Rold

    • News24

    Austria, si dimette il vice-cancelliere Mitterlehner. Trema la coalizione

    In un momento di grande incertezza geopolitica in giro per il mondo anche Vienna ritorna in questo vortice di alta volatilità pur essendone appena uscita dopo l'elezione del verde ed europeista Alexander Van der Bellen alla presidenza della Repubblica contro il rappresentante della destra estrema

    – di Vittorio Da Rold

    • News24

    La Ue: «L'Austria avvii i ricollocamenti». Vienna: ne accetteremo 1.900

    Torna a salire la temperatura sul tema dei migranti. «Confido che l'Austria adempia agli obblighi di legge e inizi con la ridistribuzione» dei richiedenti asilo «dall'Italia e dalla Grecia». Così il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker nella sua lettera di risposta alla missiva

    – di Vittorio Da Rold

    • News24

    Vienna verso la disdetta del piano ricollocamenti

    Subito dopo i festeggiamenti del 60°anniversario dei Trattati istitutivi europei, torna la tensione al Brennero sui migranti tra Roma e Vienna. Il governo austriaco, dove si stanno scontrando due anime legate ai due partiti della colazione, potrebbe varare già oggi il ritiro dal piano di

    – di Vittorio Da Rold

    • News24

    E ora il fronte si sposta in Europa

    E' un'offensiva ad ampio raggio quella lanciata dal Cremlino per influenzare i risultati delle competizioni elettorali nelle democrazie occidentali. La versione digitale della disinformatja di sovietica memoria non poteva certo limitarsi a quello che a tutta evidenza era il boccone più ambizioso e

    – Gianluca Di Donfrancesco

    • News24

    La strana alleanza tra l'estrema destra austriaca di Hofer e Putin

    L'appuntamento è al Café Griensteidl, storico locale viennese in Michaelerplatz, 2, davanti ad una delle entrate principali dell'ex palazzo imperiale dell'Hofburg , oggi residenza del presidente della Repubblica. Il posto è tranquillo e molto frequentato dai viennesi e da molti turisti. Siamo nei

    – di Vittorio Da Rold

    • News24

    E se fosse l'inizio della fine dell'Occidente?

    «Se la vittoria di Donald Trump nelle elezioni presidenziali degli Stati Uniti è stato un terremoto, allora il periodo di transizione che conduce al suo insediamento il 20 gennaio sembra un allarme tsunami», sostiene l'ex ministro degli Esteri spagnolo, Ana Palacio. Ma i campanelli d'allarme sono

    • News24

    Austria, la destra sconfitta punta a elezioni anticipate

    VIENNA - Il titolo della conferenza stampa che domani terrà alla sede del partito presso il Parlamento di Vienna il candidato sconfitto dei liberal-nazionali, Norbert Hofer, è molto chiara: «Dalle elezioni alle elezioni». Insomma bisogna andare al voto quanto prima perché l'Fpoe è al primo posto

    – dal nostro inviato Vittorio Da Rold

    • News24

    L'Europa e le sue sfide, arginati i populismi ora si guarda a Parigi

    L'estrema destra xenofoba e populista non ha sfondato in Austria. A Vienna il capo dello Stato sarà un uomo politicamente agli antipodi del candidato dell'Fpö Norbert Hofer, il Verde Alexander Van der Bellen. Un risultato importante, ancora una volta sottostimato dai sondaggi.

    – di Attilio Geroni

    • News24

    Milano si aggrappa a Wall Street e argina le perdite. Male le banche

    Milano vacilla, ma non affonda dopo l'esito del referendum e la decisione del premier Renzi di rassegnare le dimissioni. In una giornata positiva per i listini europei sostenuti anche dal buon andamento di Wall Street che continua ad aggiornare nuovi record, Piazza Affari ha chiuso in calo dello

    – di Guido Maurino

1-10 di 46 risultati