Ultime notizie:

Alessia Maccaferri

    • NovaOther

    Welfare europeo in crowdsourcing

    Precari di lunga data, giovani che non studiano né lavorano, emarginati. Sono 122 milioni in Europa - pari a circa un quarto della popolazione - le persone a rischio di povertà e di esclusione sociale, secondo i dati Eurostat. Di fronte a questa situazione un gruppo di scienziati sociali di diversi paesi ha deciso di mettersi insieme. "'C'è una grande eterogeneità dei sistemi di welfare e delle risposte - spiega Chiara Bassetti, capofila del progetto europeo Commonfare/Pie News (Poverty Income E...

    – Alessia Maccaferri

    • News24

    Donare fa bene anche all'azienda

    Il 79% delle imprese in Italia considerate in un'indagine sul corporate giving ha in programma quest'anno di mantenere stabili o incrementare le donazioni a vantaggio del Terzo settore. Nel 2016 è stata pari a 153,4 milioni di euro la somma elargita dalle 52 aziende (con un fatturato complessivo di

    – di Alessia Maccaferri

    • NovaOther

    Anziani, giovani, famiglie: il territorio costruisce risposte

    Duecentotredici anziani ogni cento giovani. L'indice di vecchiaia nel Verbano Cusio Ossola supera grandemente la media nazionale (158 nel 2014). Come testimonial Emma Morano che - morta lo scorso aprile - è stata coi suoi 117 anni la persona più anziana del pianeta. Questo  territorio piemontese longevo e perlopiù montano ripensa ora i servizi mettendo al centro i bisogni della persona ancora autosufficiente ma che ha bisogno di relazioni e piccoli aiuti.  Anziché fare il giro delle sette chiese...

    – Alessia Maccaferri

    • NovaOther

    La cura del territorio che crea lavoro

    Un territorio colpito da abbandono e tassi di disoccupazione preoccupanti tra gli over 45. Dall'incrocio di queste due fragilità in Valtellina è nato un progetto che ha mobilitato la comunità tutta per cercare una soluzione. Che ora si trova su 3 ettari e mezzo di terreno nel Comune di Castione in provincia di Sondrio. Lì tra qualche anno la vite darà i suoi frutti. Da maggio i sette neoassunti dalla coopertiva Intrecci sono al lavoro per ripulire e disboscare i 25 appezzamenti di terra - per a...

    – Alessia Maccaferri

    • NovaOther

    Welfare, il co-design della cura

    Caterina preme lievemente un pulsantino. Si attiva il circuito Arduino che dà l'impulso  affinché un palloncino schiacciato tra la tastiera e la cover si gonfi. Et voilà, il computer portatile lentamente si apre. Caterina è una venticinquenne, che in due settimane ha messo a punto un prototipo per risolvere il problema della sorella studentessa universitaria disabile, che non riesce da sola ad aprire e chiudere il pc. E, allo stesso tempo, Caterina ha cercato la sua strada nella vita, dentro al ...

    – Alessia Maccaferri

    • NovaOther

    Coding di piattaforme a impatto sociale

    "Le imprese digitali sono non trovano le figure professionali di cui hanno bisogno. Hanno per ora due alternative: o assumere ingegneri supertecnici che però non stanno dentro i processi. Oppure figure di preparazione umanistica senza competenze tecniche. Mentre disegnare le piattaforme richiede di comprendere entrambi gli aspetti". Luigi Corvo è professore di Innovazione e imprenditoria sociale all'Università di Roma Tor Vergata. E si è messo in testa di colmare questo divario formativo conside...

    – Alessia Maccaferri

    • NovaOther

    Welfare, servizi in cambio della cessione dei dati

    Quali dati sareste disposti a cedere per avere una città più efficiente, meno inquinata, più sicura pagando meno tasse? La domanda è tutt'altro che peregrina. E verrà posta nei prossimi anni agli acquirenti degli appartamenti di Milano4You, la smart city che sorgerà nel 2020 su un'area di 300mila metri quadrati tra Segrate, Pioltello e Vimodrone. La premessa del progetto è che Milano4You sia "la prima città nativa digitale" spiega Michele Vianello,  esperto di smart city e consulente di Red srl...

    – Alessia Maccaferri

    • NovaOther

    Innovazione sociale a basso tasso digitale

    Poche ma buone. Le più conosciute organizzazioni non profit italiane hanno un buon livello di digitalizzazione, sono presenti sui social e usano il web per la raccolta fondi. E, non a caso, sono le 30 onp a cui gli italiani preferiscono devolvere il 5 per mille. Tutte quante hanno un sito internet, una pagina Facebook e un account Twitter. «Avere un presidio digitale è la base. Essere online è una regola per esistere e relazionarsi - spiega Valeria Vitali, fondatrice di Rete del Dono - Ma poi es...

    – Alessia Maccaferri

1-10 di 275 risultati