Ultime notizie:

Alessandro Curioni

    • News24

    Big data, si può togliere l'anonimato a grandi moli di dati?

    Il tema del riutilizzo dei dati personali per finalità di ricerca è improvvisamente assurto agli onori delle cronache e dei commenti con l'introduzione il prossimo 12 dicembre dell'Art. 110-bis nell'attuale Codice in materia di protezione dei dati personali. Il dibattito ruota attorno ai concetti

    – di Alessandro Curioni *

    • NovaOther

    Dell'anonimato non v'è certezza

    Il tema del riutilizzo dei dati personali per finalità di ricerca è improvvisamente assurto agli onori delle cronache e dei commenti con l'introduzione il prossimo 12 dicembre dell'Art. 110-bis nell'attuale Codice in materia di protezione dei dati personali. Il dibattito ruota attorno ai concetti di "minimizzazione e di anonimizzazione" che condizioneranno l'uso dei dati e influenzeranno le decisioni dell'Autorità Garante, alla quale toccherà i compito di dare le autorizzazioni. Ancora nel 2014,...

    – Alessandro Curioni

    • News24

    Il dato è mio e lo controllo sempre io

    La parola chiave dell'Articolo 20 della Normativa Europea è "forniti", almeno per comprendere l'impatto sulle aziende della portabilità dei dati stabilita dalla legge. Il Regolamento afferma che "l'interessato ha il diritto di ricevere in un formato strutturato, di suo comune e leggibile da

    – di Alessandro Curioni

    • News24

    Il caso Unicredit e l'obbligo a denunciare gli attacchi hacker (con la nuova normativa)

    Nei prossimi anni dovremo abituarci a notizie come l'incidente di sicurezza che ha coinvolto i dati personali di 400 mila clienti della principale banca italiana. Non tanto perché non accadevano, quanto per l'applicabilità del Regolamento Europeo in materia di privacy, entrato in vigore lo scorso

    – di Alessandro Curioni *

    • News24

    Sicurezza: l'anello debole? L'incoscienza del contesto

    L'attacco WannaCry ha mostrato al mondo che "il re è nudo", ma in ultima analisi i danni sono stati inferiori rispetto alla spettacolarità dell'offensiva, bloccata in tempi abbastanza rapidi grazie all'intuizione di un ricercatore molto fortunato. Possiamo guardare con ottimismo al futuro?

    – di Alessandro Curioni *

    • NovaOther

    A cosa servono i data scientist?

    I più retribuiti saranno l'esperto di architetture big data e l'esperto di cybersecurity, che potranno guadagnare fino a 200mila euro all'anno. Centocinquantamila euro per Cto (Chief Technology officier), sviluppatore mobile e app, specialista di pagamenti digitali, applied data scientist, esperto di prodotto e interfacce. Un massimo di 120mila euro andranno  all'esperto di disegno e di contenuti e a quello di relazioni con gli sviluppatori. Infine, 80mila euro sarà lo stipendio annuale per l'es...

    – Luca Tremolada

1-10 di 14 risultati