Persone

Aldo Grasso

Aldo Grasso è nato il 10 aprile del 1948 a Sale delle Langhe (CN) ed è un critico, giornalista e docente italiano. Cura sul sito web del Corriere della Sera il forum TeleVisioni e dal 2008 è direttore scientifico del Centro di ricerca sulle televisioni e gli audiovisivi dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, dove insegna Storia della radio e della televisione.

Tra l'ottobre del 1993 ed il settembre del 1994 è stato direttore della programmazione radiofonica Rai e conduttore televisivo.

Laureato in Lettere, Aldo Grasso ha intrapreso la carriera accademica all'Università Cattolica di Milano, diventando assistente universitario, lettore di Teoria e tecnica delle comunicazioni di massa e in seguito docente di Storia e critica del cinema.

Ha insegnato anche a Brescia e successivamente ha assunto la titolarità della cattedra di Storia della radio e della televisione.

Autore di diversi programmi radiotelevisivi, tra i quali "A video spento" e "Tv parade", nel 1990 è diventato critico televisivo per il Corriere della Sera.

Dal 1994 al 1995 è entrato nel Consiglio della Nuova Fonit Cetra.

Tra i vari riconoscimenti, ha vinto il Premio Imola 2005 per la sezione spettacolo ed il Premio della critica Mollicone d'argento 2010.
Aldo Grasso è autore e coautore di diversi libri, tra i quali:

L'irrealismo socialista, Roma 1978; Storia della televisione italiana, Milano 1992; La scatola nera della pubblicità, Cinisello Balsamo 2000; Fenomenologia di Fiorello, Milano 2008; Arredo di serie. I mondi possibili della serialità televisiva americana, Milano, 2010; Televisione convergente. La TV oltre il piccolo schermo, Milano, 2010; Ciclone Grillo, genesi e ascesa di un movimento, Milano 2013.

E' sposato con la studiosa di storia Anna Foa ed ha una figlia, Benedetta (1988).

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Aldo Grasso
    • News24

    Un anno fa moriva Umberto Eco: il suo ritratto da giovane

    Non ho mai pensato che il tardivo approdo in cattedra del professore Umberto Eco, all'età di 43 anni, per quanto paradossale, possa aver costituito per lui un problema. Non ne aveva il tempo, tante e tali erano le sopravvenienze, fin dalla tesi di laurea sul Problema estetico in San Tommaso,

    – di Mario Andreose

    • News24

    La Tv del futuro, Mediaset e Rai unite contro i colossi del web

    Dibattito sul futuro della tv. Cadrà sotto i colpi delle fake news e della post-verità? A giudicare dalla discussione verrebbe da pensare di no, anche se su quello che sarà la televisione fra cinque o dieci anni nessuno osa sbilanciarsi. Alla fine però il discorso cade sempre lì: sugli Over-the

    – di Andrea Biondi

    • News24

    Maestro del metodo senza barriere

    Gianfranco Bettetini non è stato solo uno degli iniziatori della semiotica del cinema e dei media. E' stato anche il maestro di almeno due generazioni di studiosi che hanno reso la ricerca sulla comunicazione e sui media una disciplina accademica solida e autorevole. Lo incontrai la prima volta

    – Francesco Casetti

    • News24

    Giuseppe Pontiggia l'oratore

    Che cos'è la parola? Un'emissione di suoni, un concetto. No, di più: è ritmo-gesto, melodia ed energia del corpo intero che intona la parola, tendendosi sia dentro di sé per cercare i significati sia fuori di sé per esprimerli. E' comunicare la propria verità: metterla in comune; perciò ascolto di

    – di Daniela Marcheschi

    • NovaCento

    Appunti sui contenuti televisivi e sulla golden age della serialità televisiva statunitense

    Ieri si è svolta a Roma, al Centro Studi Americani, la presentazione del libro La nuova fabbrica dei sogni. Miti e riti delle serie tv americane di Aldo Grasso e Cecilia Penati (Il Saggiatore editore, 2016), entrambi studiosi di televisione e media all'Università Cattolica di Milano. Una occasione, dunque, per riflettere sulla età dell'oro che stanno vivendo le serie televisive Usa e per ragionare anche sul mondo delle fiction italiane. "Negli Stati Uniti - ha spiegato Aldo Grasso (che è anche...

    – Gabriele Caramellino

    • News24

    L'eretico fa ridere

    Teneva incollati davanti al televisore ben 18 milioni (sic!) di spettatori e tra essi c'ero anch'io: dobbiamo, però, risalire alla sera di domenica 29 dicembre 1970 quando sugli schermi scorreva solo l'unico programma "nazionale". In una serie di sei puntate andavano allora in onda I racconti di

    – di Gianfranco Ravasi

    • NovaCento

    Empatia vo' cercando

    Un altro studio conferma che la fiction migliora la nostra capacità empatica anche nel mondo reale. Non è il primo e si può facilmente immaginare non sia l'ultimo. Il filone sembra tirare. La ricerca  condotta da Keith Oatley, Department of Applied Psychology and Human Development at the University of Toronto e recentemente pubblicata sul journal Trends in Cognitive Sciences, dimostra che "compared with subjects who read non-fictional books, those who read fictional books had significantly highe...

    – Giuliano Castigliego

    • NovaCento

    Audiovisivi, fra tv e web

    Nel mondo dei media, l'area degli audiovisivi è da sempre una delle più interessanti e controverse. Ancora di più in questa epoca, nella quale la visione di prodotti audiovisivi in Rete è ormai una prassi diffusa. E sono in arrivo alcuni eventi in cui si parlerà di audiovisivi e web. Domani, inizierà l'edizione n. 18 del Future Film Festival a Bologna (3 - 8 maggio 2016): uno dei primi eventi in Italia a mappare il rapporto fra cinema, animazione e nuove tecnologie. Diretto fin dalla fondazio...

    – Gabriele Caramellino

    • Agora

    Da Hemingway a Giletti: in morte di una "mansione" giornalistica

    Signori della Corte - di un ipotetico tribunale del buon giornalismo, composto da buoni lettori/tele/ascoltatori - non ho altro da chiedervi se non clemenza. Abbiate pietà della "mansione" alla quale appartengo ancora per poco, quella dell'inviato speciale. Il reportage dal Kurdistan di Massimo Giletti non è che il colpo finale al cavallo azzoppato; l'atto conclusivo, la conferma di morte avvenuta per una figura giornalistica un tempo dignitosa: quella dell'inviato speciale e della sua sottospec...

    – Ugo Tramballi

1-10 di 70 risultati