Ultime notizie:

Alberto Giacometti

    • News24

    Alberto Giacometti, l'homme au doigt, 1947

    Alberto Giacometti, l'homme au doigt (1947), la scultura è passata di mano sempre da Christie's a New York per 141,2 milioni di dollari, diventando la scultura più costosa mai acquistata.

    • News24

    Il mezzo «fiasco» di Guernica

    Roland Penrose, Alberto Giacometti, Max Ernest, Paul Eluard e André Breton fecero visita al "cantiere" di Guernica.

    – di Marco Carminati

    • News24

    L'assoluto di Alberto Giacometti alla Tate

    Più che una mostra è una celebrazione: Tate Modern rende solenne omaggio all'arte di Alberto Giacometti con una grande retrospettiva di 240 opere, organizzata in stretta collaborazione con la Fondazione Giacometti di Parigi. La prima sala è una splendida visione d'insieme della sua opera: decine e

    – di Nicol Degli Innocenti

    • News24

    Record per la scultura moderna da Sotheby's New York

    L'asta di arte impressionista e moderna proposta daSotheby's la sera del 16 maggio ha portato realizzi in linea con le aspettative, con 37 lotti venduti sui 50 effettivamente offerti (74% per numero e 86% per valore) per un totale di quasi 174 milioni di dollari, entro la stima pre-asta di 147-210

    – di Giovanni Gasparini

    • News24

    Steve Cohen riporta in asta "La Hara" di Basquiat per 28 milioni di dollari

    Associare il nome Steve Cohen a quello di Jean-Michel Basquiat è una operazione di co-branding formidabile. Il prossimo 17 maggio Christie'swww.christies.com offrirà un importante dipinto di Jean-Michel Basquiat (1960-1988) intitolato "La Hara" con una stima di 22 - 28 milioni di dollari,

    – di Gabriele Biglia

    • Agora

    Berlinale '67. L'Orso è cattivissimo: umorismo nero, risate e impegno politico. Il festival comincia in grande forma con «On body and soul», «T2» e «Félicité»

    Bentornata Berlinale. Dopo anni di inaugurazioni un po' annacquate, con gusci magnificenti ma vuoti, il festival veste di nuovo i suoi panni: firme senza il megafono dello showbiz, capaci di dar voce a formule e quotidianità diverse, mondi negletti, umiliati e offesi. Ildikó Enyedi, regista ungherese 62enne, vincitrice della camera d'or a Cannes nel 1989 con My 20th Century, ha girato un film che non rispecchia per nulla la sua apparenza mite e bonaria. On Body and soul è nero, spiazzante, pol...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    Festival di Berlino: sorprende «Félicité» di Alain Gomis

    La prima, vera sorpresa del Festival di Berlino 2017 è «Félicité» di Alain Gomis: convince, in concorso, il film diretto dal regista franco-senegalese, con protagonista la bravissima esordiente Véro Tshanda Beya. L'attrice interpreta Félicité, una donna forte e indipendente che lavora come cantante

    – di Andrea Chimento

    • News24

    Artcurial, il Pompidou esercita la prelazione su un disegno di Artaud

    La stagione 2016 di Artcurial nel settore dell'arte moderna e contemporanea si chiude nel II semestre con un importante risultato totalizzato attraverso cinque vendite (dal 28 novembre al 6 dicembre) che hanno fatturato complessivamente 12.970.400 euro con l'82% dei lotti venduti, 13 nuovi record

    – di Stefano Cosenz

    • News24

    La scrittura di uno scultore

    «Sono un narratore di storie. Mi siedo al tavolo e scrivo storie. Questo è quello che faccio». Così, in poche, lapidarie parole William Trevor spiegava il suo lavoro: niente psicologismi alle spalle, nessun retro pensiero, solo l'occhio aperto, vigile sulle vite, le più semplici, degli altri.

    – di Marta Morazzoni

1-10 di 86 risultati