Aziende

Airbnb

L'azienda Airbnb è stata fondata nell'agosto del 2008, ha sede principale a San Francisco (California), conta 21 uffici nel mondo e 3000 dipendenti. Il portale di annunci che permette di pubblicare e prenotare alloggi in 34000 città e 191 paesi, sia dal pc e da cellulare, è stato creato da Joe Gebbia, Brian Chesky e Nathan Blecharczyk.

Nato da un'idea di Brian e Joe, che per primi offrirono a pagamento ai turisti delle stanze del loro loft a San Francisco per contribuire alle spese del proprio affitto, il business si è sviluppato in pochi anni, dopo l'intervento dell'incubatore Y Combinator e degli investimenti milionari di Greylock Partners e Sequoia Capital. Socio investitore di Airbnb è anche l'attore e partner della A-Grade Investments, Ashton Kutcher.

Il valore della piattaforma di home-sharing più utilizzata al mondo, Airbnb, è di circa 30 miliardi di dollari (dati luglio 2016) secondo Equidate, un mercato dove vengono scambiate le azioni di società tecnologiche non quotate. In Italia nel 2015 ci sono stati 83000 host registrati che hanno guadagnato affittando stanze o appartamenti una media di 2300 euro all'anno.

Ultimo aggiornamento 13 gennaio 2017

Ultime notizie su Airbnb
    • News24

    Dalla cedolare sugli affitti brevi "Airbnb" cento milioni di euro

    Giacomo che affittava grazie a portali come Booking e Airbnb, in nero, la casa ereditata dalla nonna; Silvia che ha comperato un monolocale da mettere a reddito a Milano prima di Expo, e che con quello vive; Giovanni che pensava di trasferirsi al... Dal primo giugno tutti i proprietari che affittano casa con l'affitto breve tramite Airbnb e portali simili pagheranno il 21% di cedolare secca (opzionale) che verrà direttamente trattenuta dall'intermediario.

    – di Paola Dezza

    • News24

    Liti fiscali, rottamazione estesa a tutti

    La rottamazione delle liti fiscali sarà aperta a tutti i contribuenti, a prescindere dall'adesione o meno alla puntata precedente delle «definizioni agevolate», quella relativa alle cartelle esattoriali. Nell'ultima versione del decreto con la manovrina, spedito ieri sera al Quirinale dopo un lungo

    – di Marco Mobili e Gianni Trovati

    • News24

    Le sfide del fisco nell'economia digitale

    L'economia digitale ha tre dimensioni specifiche: a) il commercio elettronico; b) le piattaforme multiparti (multi-sided platform) come Airbnb, Uber, Foodora, Blablacar, ecc. che hanno soppiantato settori economici tradizionali (agenzie di viaggio,... Una possibile soluzione può essere l'introduzione di forme di ritenuta alla fonte sui ricavi delle diverse piattaforme digitali (una Airbnb tax, una Uber tax etc) anche se l'applicazione sul piano operativo non è scontata e semplice.

    – di Mauro Marè

    • News24

    L'affittacamere è «uso abitativo», il disturbo va provato

    Il nodo di affittacamere e Airbnb continua a produrre contenzioso. Con la sentenza 18557/2016 il Tribunale di Roma torna a pronunciarsi sulla possibilità di svolgere l'attività di affittacamere in ambito condominiale.

    – di Raffaello Stendardi

    • Agora

    Affitti turistici: la flat tax darà 3,5 miliardi al Fisco

    La cosiddetta tassa Airbnb trova consenso. La flat tax per gli affitti brevi al 21% prevista dal Def - Documento di Economia e Finanza approvato ieri dal Consiglio dei ministri sarà un vantaggio per tutta la filiera, farà emergere il nero del settore oggi stimato al 75% e libererà per lo Stato un fatturato potenziale di 3,5 miliardi di euro. Un provvedimento che riguarderà il mezzo milione di proprietà che si ritiene siano affittate a uso turistico ogni anno nel nostro Paese. Lo sostiene Halldis...

    – Vincenzo Chierchia

    • News24

    Airbnb, affitti tassati con la cedolare secca al 21%

    E' finita (forse) la pacchia per gli affitti turistici in nero. Se l'articolo inserito all'ultimo nel testo della «manovrina» supererà i vari step in Parlamento, presto la morsa si stringerà su chi ha approfittato della difficoltà nei controlli per non pagare imposte sui ricavi da locazioni di

    – di Saverio Fossati

    • News24

    Airbnb, fino a 2mila euro per l'omesso invio dei dati

    Una disciplina ad hoc per la cedolare degli affitti brevi anche in presenza di intermediazioni on line (Airbnb). Gli intermediari sono inoltre coinvolti sia nella fase di acquisizione dei dati relativi ai contratti sia come sostituti d'imposta, con una ritenuta del 21%, laddove gli stessi

    – di Luigi Lovecchio

    • Econopoly

    Il car sharing è la prova che i veri prepotenti non sono i tassisti

    Pubblichiamo un post di Claudio Giudici, presidente di Uritaxi Toscana -  A differenza di quello che si può pensare, il settore taxi italiano è dominato da grande razionalità, sia nella normativa che nell'azione rivendicativa. Non puo? essere un caso che, diversamente dai propri cugini nel resto del mondo, i tassisti italiani siano coloro che meglio sono riusciti nel tempo a ottenere il rispetto dei propri diritti. Diritti, regole, non privilegi come alcuni raccontano! Regole del gioco, fra l'a...

    – Econopoly

    • News24

    «Tassa» Airbnb sugli affitti brevi

    Gli intermediari immobiliari, anche se gestiscono la locazione attraverso portali online (come Airbnb), dovranno operare sui canoni locazione, all'atto dell'accredito (verosimilmente del pagamento da parte dell'inquilino), una ritenuta del 21% quali sostituti d'imposta. A loro carico c'è poi il

1-10 di 354 risultati