Ultime notizie:

Act-Up

    • News24

    Il ritmo che ruppe il silenzio

    Ogni malattia rompe un equilibrio. Quello di una persona, della sua famiglia. 120 battiti al minuto racconta di una malattia, l'Aids, che ha rotto gli equilibri del mondo, travolgendo l'umanità e modificandone l'immaginario e le relazioni. Senza perdere un colpo (il ritmo è presente fin dal titolo,

    – di Vittorio Lingiardi

    • Agora

    Primo bilancio di Cannes 70: Fiabe nere della diversità Piccoli protagonisti derubati dell'infanzia, emarginazione e immigrazione. Il film più bello è «Loveless»

    Adulti raffreddati e autocompiaciuti, ragazzini derubati di calore e leggerezza, una società egoista allergica al diverso: la prima parte del 70esimo festival di Cannes ha raccontato un occidente malato e allarmante. La rassegna è partita con una pellicola confusa nei generi e nella trama, Il fantasma di Ismael, di Arnaud Desplechin, in cui una moglie, Carlotta (Marion Cotillard), torna dopo vent'anni a guastare l'esistenza a Ismaël Vuillard (Mathieu Amalric), che vive una nuova relazione con S...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    Fiabe nere della diversità. Piccoli protagonisti derubati dell'infanzia

    Adulti raffreddati e autocompiaciuti, ragazzini derubati di calore e leggerezza, una società egoista allergica al diverso: la prima parte del 70esimo festival di Cannes ha raccontato un occidente malato e allarmante. La rassegna è partita con una pellicola confusa nei generi e nella trama, Il

    – di Cristina Battocletti

    • News24

    Il dramma dell'Aids nell'intenso «120 battements par minute»

    Il cinema francese si conferma in buona forma al Festival di Cannes: dopo i notevoli «Un beau soleil intérieur» di Claire Denis e «L'amant d'un jour» di Philippe Garrel, presentati all'interno della Quinzaine des Réalisateurs, in concorso ha trovato spazio un altro dramma transalpino di grande

    – di Andrea Chimento

    • News24

    Aprire con chiavi sbagliate

    La Biennale d'arte punta su politica, finanza impazzita, minoranze represse e solidarietà. Ma lo fa con notevoli contraddizioni, a cominciare dal logo che sembra una svastica - Una manifestazione che appare impegnata ma che stride con il contesto mondano circostante: gallerie e champagne la protesta diventa un fatto estetizzante

    • News24

    Aprire con chiavi sbagliate

    La Biennale d'arte punta su politica, finanza impazzita, minoranze represse e solidarietà. Ma lo fa con notevoli contraddizioni, a cominciare dal logo che sembra una svastica - Una manifestazione che appare impegnata ma che stride con il contesto mondano circostante: gallerie e champagne la protesta diventa un fatto estetizzante

    – Angela Vettese

    • News24

    Le tappe della lotta all'Aids

    1981Il «Morbidity and mortality weekly report» del Center for Disease Control di Atlanta segnala casi di una forma rara di polmonite e di sarcoma di Kaposi tra

    – di Sylvie Coyaud

    • News24

    1 dicembre, giornata mondiale contro l'Aids

    Il 1° dicembre si celebra la Giornata Mondiale contro l'Aids, una data simbolica che ci ricorda come la malattia colpisca ancora duramente, a quasi trent'anni

    – di Riccarda Mandrini

    • News24

    Giornata Mondiale contro l'Aids

    Venezia 1 dicembre 2009 - New York Memories, Yellow Gloves. Arte e attivismo: un tribute ad Act UpIl 1° dicembre si celebra la Giornata Mondiale contro l'Aids,

    – di Riccarda Mandrini